Condividi

OH, ZIO, STAI TRANZOLLO! LE PIU’ FERVIDE MENTI APPASSIONATE STANNO CERTAMENTE SOGNANDO UNA BMW M4 GRAN COUPE’. MA IL BOSS DI M GMBH SPEGNE I BOLLENTI SPIRITI. NON SI  FARA’: PER RAGIONI LOGISTICHE E, D’ALTRO CANTO, NON C’E’ LA NECESSITA’ VISTO CHE NON ESISTE UN’AUDI RS4 BERLINA O UNA RS5 SPORTBACK.

Jorg Bartels, boss del braccio armato di BMW, la divisione sportiva M GmbH ha dichiarato che non è prevista la produzione di una versione M della Serie 4 Gran Coupé. “E’ un peccato. E’ stata seriamente considerata ma, poi, la decisione definitiva è stata di non considerare la produzione della M4 Gran Coupé“.

Le ragioni della scelta sono dovute, in parte, alle aspettative di vendita di un modello del genere e, in parte a considerazioni di natura produttiva. La Serie 4 Gran Coupé viene costruita in uno stabilimento differente rispetto a Serie 3 e Serie 4 dunque ci sarebbero una serie di problemi da affrontare di non poco conto“.

La 4 Gran Coupé condivide il passo e gran parte della componentistica con le basi per creare M3 ed M4 ma, evidentemente, il risultato non convince BMW dal punto di vista dell’investimento.

Infatti la BMW Serie 3 F30 e la sua omologa sportiva, l’M3 berlina F80, sono prodotte nello stabilimento di Regensburg. La BMW Serie 4 F32 viene assemblata nell’impianto produttivo di Monaco di Baviera e la Serie 4 Gran Coupé F36 nasce Dingolfing.

NON ESISTE LA NICCHIA

Le considerazioni di BMW in merito alla decisione, in fin dei conti, si basano anche sulla mancanza di concorrenza da parte dei competitor. Audi, l’avversario principale, non ha a listino una RS4 berlina o una RS5 Sportback (la gamma RS, infatti, attualmente si declina nella RS6 e nella RS7 Sportback, in concorrenza con la BMW M5, M6 Gran Coupé, Mercedes CLS63 AMG ed E63 AMG).

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.