Condividi

AVENTADOR MAIUSCOLA. SEMBRA UNA 700-4 MA POTREBBE ESSERE MOLTO DI PIU’.

Recenti avvistamenti lungo il circuito del Nurburgring hanno colto uno strano Toro aggirarsi per i boschi.

La Lamborghini Aventador sorpresa a girare per le curve dell’Inferno Verde possiede poche ma eloquenti caratteristiche per elaborare uno scenario:

– Ruote con unico dado di fissaggio centrale
Nuovo splitter anteriore tra le due grandi bocche per l’ingresso d’aria
– Un piccolo nolder sullo spoiler posteriore

Con queste insignificanti informazioni si potrebbe già ipotizzare di essere di fronte a qualcosa di sensazionale: la Aventador SV.

L’azzardo appare coerente: quest’anno ricorrono i 50 anni di Automobili Lamborghini e sarebbe certamente un bel regalo per gli appassionati del marchio.

L’altisonante denominazione SV fu utilizzata per l’evoluzione della Miura S. La Lamborghini Miura SV fu presentata nel 1971 e aveva numerose novità: telaio migliorato, freni più potenti, carrozzeria leggermente diversa (più “bombata” in coda), motore portato da 350 a 385 Cv. Ciononostante le prestazioni non miglioravano a causa dei pneumatici più larghi.

Complessivamente furono costruiti solo 150 esemplari di Miura SV.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.