Condividi

IL PRIMO ESEMPLARE DELLA nanoFLOWCELL QUANT e-Sportlimousine E’ UFFICIALMENTE IN STRADA. IL MARCHIO DEL LICHENSTEIN HA OTTENUTO L’OMOLOGAZIONE IN GERMANIA. IL PROGETTO PROSEGUE SPEDITO VERSO LA PRODUZIONE IN SERIE MA LA TECNOLOGIA (CON BATTERIE FLOW CELL) PROMETTE UTILIZZI A TUTTO CAMPO.

Con l’ottenimento della targa ROD:Q-2014, il primo esemplare della nanoFLOWCELL QUANT e-Sportlimousine è uffcialmente su strada. Dopo una complessa analisi e ispezione del veicolo da parte del severo TÜV Süd tedesco, la prima vettura ha ricevuto la sua targa per circolare in Germania (e, quindi, su tutte le strade d’Europa).

Nunzio La Vecchia, Direttore Tecnico del progetto QUANT e-Sportlimousine: “Questo è un momento storico per la nostra azienda ma, forse, per l’intera storia della mobilità elettrica. Siamo riusciti a mettere in strada il frutto di 14 anni di ricerca e sviluppo. Siamo davvero orgogliosi che un’azienda piccola come la nostra sia riuscita a sviluppare una tecnologia (il sistema nanoFLOWCELL) così avveniristica e anche a tradurla in realtà. Ma siamo solo all’inizio del nostro viaggio!“.

Il team di nanoFLOWCELL AG sta lavorando a pieno ritmo per ottenere l’omologazione per la produzione in serie.

Ancora Nunzio la Vecchia: “durante la presentazione al Salone di Ginevra 2014 investitori e costruttori hanno dimostrato grande interesse per questo progetto, il sistema di propulsione e le sue possibili applicazioni. Ora che siamo riusciti a omologare il primo esemplare possiamo discutere molto più concretamente con i nostri partner”.

L’attenzione che ha prodotto nanoFLOWCELL e questo nuovo sistema di propulsione ci ha incoraggiato a pensare a nuove opportunità di investimento da proporre. Questo ci consentirebbe di investire e spingere ulteriormente verso nuovi campi di applicazione della tecnologia, anche su scala internazionale”. 

KEY FACTS

La nanoFLOWCELL QUANT e-Sportlimousine è motorizzata con 4 propulsori elettrici, uno per ruota, alimentati con la corrente elettrica fornita da particolari batterie con tecnologia “flow cell”. Queste funzionano come un dispositivo fuel cell (un dispositivo elettro-chimico che converte l’energia chimica prodotta da elementi elettroattivi disciolti in un liquido) e garantiscono (secondo il costruttore) un’autonomia di oltre 600 chilometri.

La coupé 4 posti con unica porta ad ala di gabbiano è lunga 525 cm, brucia lo 0-100 in 2″9 e raggiunge 350 km/h.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.