Condividi

PUNZONE D.O.C. 2.0. LO STORICO SIGILLO, IL PUNZONE DI GINEVRA, CON QUASI 130 ANNI DI TRADIZIONE ALLE SPALLE, SI ADEGUA ALLA NECESSITA’ DI TRASPARENZA DELL’OROLOGIERIA GARANTENDO LA QUALITA’ DEGLI OROLOGI MECCANICI A 360 GRADI. 

Il Punzone di Ginevra, istituito nel 1886 dal Gran Consiglio della Repubblica e dalle autorità del Cantone di Ginevra, è un marchio di certificazione di qualità superiore riservato agli orologi meccanici progettati e assemblati nel Cantone di Ginevra.

Rimasto sotto la gestione dell’école d’Horlogerie della città sul lago Lemano fino al 2009, è la più antica, forse la più prestigiosa, certificazione dell’orologeria svizzera.

Inizialmente, i criteri fissati dal regolamento del Punzone riguardavano solo il movimento; forse troppo poco per l’orologieria moderna che necessita trasparenza e lotta contro il proficuo mercato dei falsi.

Già una prestigiosa Maison come Patek Philippe l’aveva “abbandonato” in favore di un proprio sigillo interno, così come fa, per esempio, Rolex.

Quest’uscita inaspettata sembrò definire l’inizio del suo declino.

Nel 2008, lo Stato di Ginevra creò Timelab, un laboratorio di orologeria e di micro tecnica indipendente che andò a sostituire, con un nuovo regolamento, la scuola di orologeria nella gestione del Punzone.

Il consiglio di Timelab, formato da membri delle istituzioni ginevrine ed esperti dei marchi, nomina una commissione tecnica di 7 membri (tutti sotto giuramento) dedicata al Punzone.

A partire dal 2011, anno del 125imo anniversario del Poinçon de Genève, la certificazione include sia il movimento, sia gli elementi delle parti non meccaniche sia l’orologio finito.

Nello specifico, vengono eseguiti test per garantirne l’impermeabilità, la precisione e la riserva di carica oltre a prevedere audit una o due volte al mese in occasione dei quali i tecnici di Timelab visitano le manifatture dei marchi ‘punzonati’ o ‘punzonabili’ per controlli a sorpresa.

Generalmente impresso su uno dei componenti di orologi, come il ponte o la piastra di base, il Punzone di Ginevra è attualmente l’unico marchio orologiero a beneficiare della garanzia dello Stato.

Oggi, dei 30 milioni di orologi prodotti in Svizzera ogni anno, solo 24mila (lo 0,0008%) ottengono il prestigioso sigillo.

Fino al 1996 gli unici marchi a figurare nei registri del Punzone erano Patek Philippe e Vacheron Constantin. A questi si sono aggiunti Roger Dubuis, Chopard e successivamente, non senza polemiche per le sue origini “gioielliere”, Cartier.

Dallo scorso settembre 2013, per rassicurare ulteriormente il cliente circa l’iter dell’orologio, il certificato, quasi impossibile da contraffare, include un ologramma e un Qr code entrambi collegati alla banca dati internazionale disponibile sul sito web del Punzone lanciato per commemorare il 127imo anniversario dell’approvazione della legge del 1886.

In questo modo, l’acquirente avrà la possibilità di verificare l’autenticità del documento e la certificazione dell’orologio prima di procedere all’acquisto.

Questo database riguarda tutti gli orologi che hanno ricevuto il Punzone a partire dallo settembre 2013; un grande sforzo è attualmente in atto al fine di creare un archivio di tutti gli orologi approvati a partire dal 1886, per un totale di più di un milione di orologi.

Condividi
She was born and raised in Milan, after studying linguistics she gained several experiences in the fashion and publishing industry. The passion for travels, beauty and for everything that makes the universe of the "bien vivre" special, turned her into a delicious and sharp "pen" from the creatively poetic touch in the world of Dolce Vita, mechanical watches and cars.