Condividi

ESASPERAZIONE! HAMANN E’ UN ALTRO CAMPIONE DELLA CATEGORIA, CON UNA GRANDE ECLETTICITA’ CHE GLI PERMETTE DI SALTARE DA UN SUV A UNA HYPERCAR. A GINEVRA 2015 IL TUNER SI CIMENTA CON PORSCHE MACAN, BMW X6, LAMBORGHINI AVENTADOR ROADSTER E BMW M4.

HAMANN BMW M4. Il designer Timo Wuerz e Hamann hanno creato una BMW M4 davvero speciale. L’artista tedesco, molto noto, personalizza con una creatività imparagonabile automobili e prodotti di vario genere creando opere artistiche uniche. Per la personalizzazione della carrozzeria dell’M4 la sua principale ispirazione è stato il blu “M”, da cui si è prodotta una livrea unica nel suo genere. La colorazione mette quasi in secondo piano la preparazione estetica che tende ad avvicinare la coupé bavarese allo stile di una GT3. La preparazione prevede anche ruote in lega Anniversary Evo da 21″ con pneumatici 245/30 ZR21 all’anteriore e 305/25 ZR21 al posteriore. Volendo, Hamann può anche intervenire sul motore. Con una nuova gestione elettronica la potenza dell’M3 cresce da 430 a 517 Cv e la coppia fino al nuovo limite di 700 Nm (contro 550). Simili prestazioni richiedono l’abbassamento della scocca di 30 mm, barre antirollio più rigide, sterzo modificato per aumentare la sensibilità.

HAMANN Lamborghini Aventador Roadster Nervudo. Da una Lamborghini Aventador Coupé alla Roadster il sapore si “addolcisce” leggermente e la costosissima roadster del Toro appare quasi aggraziata e capace di portare a spasso con disinvoltura anche un esile corpo femminile. Ma  con la cura Hamann “si torna indietro” alla virilità pura (ma pur sempre con ancora un tocco di “leggerezza” rispetto alla furiosa Aventador LP750-4 SV). La preparazione consiste in un nuovo musetto con prese d’aria aggiuntive, nuovo paraurti posteriore completo di ala fissa ed estrattore.

HAMANN Porsche Macan S Diesel. Il completo kit estetico prevede nuovi passaruota allargati, nuovo paraurti con splitter inferiore, nuovi spoiler posteriori ed estrattore. L’esemplare esposto è verniciato con i classici colori della livrea Gulf. Sotto il cofano, la motorizzazione resta di serie: V6 Turbodiesel 3 litri, 254 Cv tra 4.000 e 4.250 giri, 580 Nm tra 1.750 e 2.500 giri, 230 km/h di velocità massima.

HAMANN BMW X6. Per coerenza, Hamann sceglie di esercitare il suo “genio” sulla BMW X6 M50d, la più sportiva tra le motorizzazioni Turbodiesel. Si comincia con distanziali che allargano le ruote e consentono il montaggio di passaruota più larghi. Si prosegue con un musetto più aggressivo con prese d’aria più basse e larghe e con un nuovo paraurti posteriore con triplo scarico centrale e si conclude con ruote in lega da 22 o 23 pollici.

Speciale-Ginevra-2015-0-100_small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2015

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.