Condividi

L’EVOLUZIONE DELLA SPECIE. IL PICCOLO MARCHIO INDIPENDENTE URWERK E’ UN GIGANTE DELL’ANTICONFORMISMO E DELLA TECNICA. AL SIHH 2016 PRESENTA UN NUOVO MODELLO CON “CONTROLLO ELETTRONICO” E VISUALIZZAZIONE DELLA PRECISIONE DEL MOVIMENTO E DUE NUOVE VARIAZIONI SUL TEMA DELL’INDICAZIONE SATELLITARE DELL’ORA: CASSA SQUAMATA IN BRONZO E MODELLO PER SIGNORA.

URWERK EMC TIMEHUNTER

Quello che un orologio non potrà mai fare al 100% e, nondimeno, rappresenta la chimera di ogni produttore di orologi meccanici, è il raggiungimento della perfezione nella misura del tempo. L’orologio è sottoposto a continui shock, oltre a trovarsi in infinite posizioni che modificano l’azione dell’organo regolatore per effetto della gravità. Questo, in pratica aumenta o rallenta la sua marcia inficiando, di fatto, la regolarità di funzionamento.

L’EMC “Time Hunter”, orologio con funzionamento 100% meccanico, consente all’indossatore di monitorare la “salute” del movimento (in termini pratici: verificare l’ampiezza di oscillazione del bilanciere, misurata in gradi di angolazione, di norma tra 220° e 280°) e la sua precisione e di intervenire autonomamente per regolarne l’azione.

E’ disponibile in due versioni, edizione limitata a 15 pezzi: una con cassa in acciaio/titanio, una in acciaio/titanio rivestita in ceramica di colore verde Militare.

Sul quadrante, al centro, un grande contatore segna ore e minuti. All’1 è posizionato il contatore dei secondi continui e alle 7 l’indicatore della riserva di carica. L’indicatore posto alle 10 visualizza due informazioni sullo “stato di salute” del movimento: precisione (con scarto da -15 a +15 secondi) e ampiezza di oscillazione. Estraendo, dalla carrure premendo un pulsante dal lato opposto, la leva collegata a un capacitore e agendo con movimento rotatorio questo viene “caricato” elettricamente ed esegue un’analisi del funzionamento del calibro. Il sistema aziona una lancetta che indicherà, inizialmente, la “δ” (analisi in corso) o “P” (carica insufficiente). Quindi indicherà la precisione del movimento e, successivamente, l’ampiezza di oscillazione. Se i parametri sono accettabili, un led posto tra -5 e -15 si illuminerà di verde. Se è necessaria una regolazione darà luce rossa. In quest’ultimo caso, agendo sulla vite di regolazione posta sul lato fondello (“fine tuning”) l’indossatore potrà regolare il bilanciere.

Il movimento, il calibro UR-EMC2, oscilla a 28.800 alternanze l’ora e fornisce fino a 80 ore di carica.

URWERK UR-105 TREX

Lo storico modello che ha dato il via a una nuova e innovativa visualizzazione dell’ora, idealmente ispirata al movimento del sole sulla volta celeste dall’alba al tramonto, si presenta con una nuova cassa in bronzo (lunga 53 mm e larga 39,5 mm) lavorata fino a riprodurre la pelle squamata del più feroce dei dinosauri conosciuti, appunto il Tirannosaurus Rex.

Tecnicamente il funzionamento del movimento è composto da quattro dischi satelliti, ognuno con tre cifre arabe rappresentanti le ore, si muovono con movimento di rotazione attorno al loro asse e di rivoluzione attorno al centro del quadrante. Passando nella zona dove il quadrante è “aperto” e coperto da una piccola lastra di PEEK (polyetheretherketone), questo indica i minuti lungo un ampio arco con indici di colore giallo.

Sul lato fondello si può invece ammirare il sistema di carica del movimento: una levetta può essere spostata su “FULL”, “REG” o “STOP”; nel primo caso il calibro 5.02 UR (automatico, 28.800 oscillazioni per ora), è in modalità ricarica: in questo caso le due piccole turbine girano liberamente caricando la molla. Nel secondo caso il movimento non riceve alcuna energia per la ricarica. Si può allora agire sulla corona. Nella posizione intermedia, infine, (REG.), il sistema “rallenta” la carica in modo da evitare tensioni sulla molla.

URWERK UR-106 LOTUS

Al SIHH 2016 Urwerk presenta il suo primo modello per signora. L’UR-106 Lotus è stato espressamente concepito per il polso femminile. Riprende il sistema di visualizzazione satellitare dell’ora (movimento calibro UR 6.01, meccanico a carica automatica, con 3 satelliti in luogo dei canonici 4) aggiungendovi l’indicazione delle fasi di luna (ore 6). Propone due tipologie di cassa in titanio e acciaio con diamanti: finitura lucida (e indicazioni in azzurro dell’ora) o PVD (e indici di colore giallo). E’ lunga 49,4 mm e larga 35.