Condividi

EMOZIONI SUPRA-TTUTTO. TOYOTA STAREBBE LAVORANDO ALLA NUOVA SUPRA (IN ARRIVO NEL 2016) E LA CONCEPT FT-1 PRESENTATA AL NAIAS 2014 SAREBBE UNA SUCCOSA ANTICIPAZIONE. ARRIVEREBBE CON UN V6 2.5 TURBO + MOTORE ELETTRICO PER OLTRE 400 CV. IN SEGUITO UNA VERSIONE “BABY” A MARCHIO LEXUS E, NEL 2017, UNA PICCOLA COUPE’ IBRIDA 1.5 PRODOTTA IN COLLABORAZIONE CON BMW.

Presentata allo scorso Salone di Detroit con il puro intento dichiarato di creare un bel po’ di “effetto WOW”, la Toyota FT-1, secondo le dichiarazioni ufficiali, dovrebbe diventare realtà sono “virtualmente” nel mondo fatato di Gran Turismo 6.

Ma secondo alcune voci che si dichiarano bene informate il suo destino sarebbe ben diverso. La coupé giapponese, infatti, sarebbe una prima anticipazione del ritorno della Toyota Supra, che dovrebbe arrivare in listino nel 2016.

La nuova “bomba” del colosso nipponico entrerebbe a pieno titolo nella nicchia delle supercar ibride: sarebbe equipaggiata con un V6 2.5 con turbocompressore e con un motore elettrico per una potenza massima combinata superiore a 400 Cv.

La nuovissima Supra riprenderebbe il sistema Transaxle (motore anteriore, cambio in blocco con il differenziale sull’asse posteriore) ereditato dalla Lexus LFA e si muoverebbe su ruote motrici posteriori.

Potrebbe essere messa in listino al prezzo di 100.000 dollari ed essere in seguito affiancato a una versione più economica “brandizzata” Lexus e motorizzata con un più piccolo 4 cilindri 2 litri con turbo.

Nel 2017, infine, il panorama delle coupé Toyota di dovrebbe arricchire di un nuovo modello sviluppato grazie alla partnership con BMW. L’accordo dovrebbe concretizzarsi in una coupé con un posizionamento inferiore alla attuale GT86 che adotterebbe un nuovo sistema ibrido con un piccolo motore a benzina (si stima da 1,5 litri) con motore elettrico.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.