Condividi

DEDICATA A UN GRANDE PARTNER. IL BUSINESS DEL CARROZZIERE-ASSEMBLATORE E’ APPANNAGGIO, OGGI, DI POCHI SOGGETTI. STORICI NOMI DEL PANORAMA INTERNAZIONALE OGGI NON ESISTONO PIU’ (BERTONE, PININFARINA E MOLTI ALTRI). VOLKSAGEN DEDICA AL DEFUNTO MARCHIO KARMANN, UNO DEI NOMI PIU’ IMPORTANTI DEL SETTORE, UNA SERIE SPECIALE DELLA GOLF CABRIOLET.

Volkswagen dedica allo storico carrozziere Karmann una edizione speciale della Golf Cabriolet MK6.

La Volkswagen Golf Cabriolet Karmann Edition viene personalizzata con alcune modanature cromatue sulla carrozzeria e con ruote in lega da 17” Porto.

L’abitacolo è stato arricchito con sedili sportivi bicolore, volante in pelle con cucitura grigia a contrasto, plancia in colore grigio scuro con inserti in alluminio spazzolato, placchette “Karmann” sui brancardi delle porte ed elementi cromati che ne accrescono l’eleganza.

L’equipaggiamento speciale comprende anche un impianto audio Premium, frangivento e sensori di parcheggio.

Volkswagen non ha rilasciato notizie ufficiali riguardo le motorizzazioni limitandosi a informare che la Golf Cabrio Karmann Edition è disponibile con motorizzazioni da 105 a 160 Cv.

La serie speciale è disponibile al prezzo di 27.275 euro (sui listini tedeschi).

GIGANTE DELL’ASSEMBLAGGIO

Lo storico marchio tedesco, carrozziere assemblatore per i principali marchi mondiali, nacque nel 1901 su iniziativa di Wilhelm Karmann. Il business crebbe a dismisura durante gli Anni 20 (Mercedes, Opel, Citroen, Buick) ma subì una brusca frenata durante la seconda Guerra Mondiale.

Nonostante gli stabilimenti completamente distrutti il marchio si risollevò: nel 1949 ottenne la commessa per produrre il Maggiolino Cabrio. Negli Anni 50 iniziò la produzione della VW Karmann Ghia e numerosi modelli Ford. Negli Anni 60 la produzione si estese a componenti per modelli Porsche, BMW, British Leyland (Triumph TR6).

Negli Anni 70 fu la volta della Vw-Porsche 914, della Vw Scirocco e della Golf Cabrio. Anni 80: Ford Escort Cabriolet, la Jaguar XJ-S Convertible e la Volkswagen Corrado. Anni 90: Mercedes SLK, Renault 19 Spider, Ford Escort Cosworth, Mercedes CLK Cabriolet, Renault Megane Cabriolet e Kia Sportage.

All’inizio del nuovo millennio la Karmann era diventata un gigante del settore. Oltre allo stabilimento tedesco il Gruppo era formato anche da Karmann USA, Karmann Mexico, Karmann Portogallo e Karmann Brasile.

Ma nel 2009 hanno iniziato a diffondersi allarmanti notizie di gravi problemi finanziari che avrebbero potuto minare la sopravvivenza del’azienda. Voci poi confermate e nel giugno 2009 la sede tedesca ha dovuto dichiarare insolvenza e cessare l’attività.