Condividi

UN SUPER-MEGA GRAZIE. QUEST’ANNO SI CELEBRANO 40 ANNI DELLA VOLKSWAGEN GOLF. ABT ESPRIME IL SUO PARTICOLARE RINGRAZIAMENTO PRESENTANDO UNA CHICCA: LA PRIMA GOLF CON TUNING ABT, REALIZZATA NEL 1982 SULLA BASE DEL PRIMO RESTYLING DELLA STORICA GOLF GTI MK1. 163 CAVALLI, 0-100 IN 6,8 SECONDI.

L’amore di Hans-Jürgen Abt per le auto del Gruppo Volkswagen ha radici lontane e, ormai, di questi tempi in cui le auto sono diventate veri e propri elettrodomestici (la compri, la usi, la rovini, la butti!), anche un tuning, specie se di 30 anni, inizia ad acquisire un nuovo fascino.

Per “ringraziare” il marchio tedesco, che ha dato la possibilità ad ABT di diventare uno dei più apprezzati (se non il più apprezzato) tuner non-ufficiale su auto del Gruppo Volkswagen Audi, la factory tedesca ci mostra la prima storica Golf preparata.

La ABT Golf GTI nacque nel 1982, all’epoca del primo restyling della Vw Golf GTI MK1. Il piccolo motore 4 cilindri 1.6 da poco più di 100 cavalli fu “sconvolto” da un turbocompressore KKK che elevò la potenza fino a 163 Cv, a quell’epoca un valore enorme.

ABT installava anche un albero motore speciale e pistoni modificati per rendere il propulsore più robusto. Al livello telaistico venivano montate sospensioni sportive e un impianto di scarico.

L’impronta estetica era resa più incisiva con un nuovo spoiler anteriore con prese d’aria per i freni, passaruota vistosamente allargati per fare posto a ruote in lega con pneumatici 205/60 R13.

L’abitacolo, alla maniera crucca, era personalizzato con numerose aggiunte tra cui strumentazione speciale con logo ABT, volante in pelle bianca e un nuovo set di strumenti per tenere sotto controllo i parametri motore.

Il kit di preparazione costava 15.000 DM e consentiva alla ABT Golf GTI di volare sullo 0-100 in 6″8, appena 0″3 secondi in più rispetto all’attuale Volkswagen Golf GTI MK7 da 220 Cv.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.