Condividi

E LA GTI? VOLKSWAGEN PRESENTA LA GOLF GTD VARIANT DA 184 CV E 380 NM. QUESTA SI AFFIANCA ALLA R VARIANT DA 300 CAVALLI. CURIOSAMENTE MANCA L’ANELLO DI CONGIUNZIONE, LA GTI VARIANT. TROPPO ICONICA PER OSARE SCALFIRNE IL PRESTIGIO? 0-100 IN 7,9 SECONDI, 230 KM/H.

Dopo la Volkswagen Golf Variant R, il brand di Wolfsburg allarga ancora la gamma delle Golf Station Wagon sportive con la versione famigliare della GTD.

Il 2 litri TDI da 184 Cv a 3.500 giri e 380 NM tra 1.750 e 3.250 giri le consente uno 0-100 in 7″9, contro i 7″5 della versione hatchback (LEGGI IL TEST DRIVE DI 0-100.IT). La velocità massima è di 230 km/h ma il consumo medio dichiarato dal costruttore, come da copione, è contenuto: appena 4,4 litri ogni 100 chilometri.

La Volkswagen Golf GTD Variant si contraddistingue per il kit estetico già presenta sulla versione 5 porte: scudo paraurti sportivo con lame laterali, calandra a nido d’ape, fari bi-xeno, pinze freno di colore rosso, cerchi in lega da 17″ Curitiba (si possono montare anche gli optional Nogaro da 18″), minigonne, barre porta tutto verniciate di nero, fari posteriori bruniti e doppio scarico.

L’abitacolo presenta un’ambientazione più sportiva con sedili rivestiti in tessuto con fantasia Tartan, pedaliera in alluminio, placche sui brancardi porta illuminate, inserti in nero laccato, volante multifunzione con inserti in alluminio e leva del cambio stilizzata a pallina da golf.

La GTD Variant presenta anche, a livello di telaio, assetto sportivo ribassato di 15 mm, servosterzo progressivo.