Condividi

UN SILENZIO ASSORDANTE. IL TEAM AUDI SPORT ABT E’ IL VINCITORE DELLA PRIMA GARA DI UN CAMPIONATO CHE “RISCHIA” DI FARE EPOCA. LE FORMULA E, SPINTE SOLO DA MOTORI ELETTRICI, HANNO AVUTO UN PUBBLICO DI 40 MILIONI DI SPETTATORI (TV E WEB) IN TUTTO IL MONDO (75.000 IN PISTA). DEBUTTO CON INCIDENTE: NICOLAS PROST SPERONA INTENZIONALMENTE NICK HEIDFELD E LO FA VOLARE CONTRO LE PROTEZIONI. INVECE DI UNA DENUNCIA PER TENTATO OMICIDIO, IL FRANCESE SI BECCA SOLO UN PO’ DI PENALITA’.

Il primo ePrix di Beijing 2014, gara inaugurale del nuovo FIA Formula E Championship, segna l’inizio di una nuova era per l’automobilismo sportivo ai massimi livelli. La prima delle 10 gare del campionato Formula E inaugura una innovativa e decisamente al passo con i tempi. Il campionato, che si concluderà il prossimo annosi disputerà esclusivamente nei circuiti cittadini di tutto il mondo. Il debutto, sulla pista di Pechino ricavata attorno allo stadio delle Olimpiadi 2008, ha visto 20 macchine e numerosi nomi noti dell’automobilismo e dell’imprenditoria: Jarno Trulli, Jaime Alguersuari, Sebastien Buemi, Lucas di Grassi, Bruno Senna, Alain Prost, Richard Branson (fondatore della Virgin).

La gara iniziale, vinta da Luca di Grassi, ha visto una grande bagarre a bordo di monoposto di grande livello tecnologico. Le vetture, tutte equipaggiate con motore Spark-Renault STR01E, possono superare 225 km/h di velocità massima. Il pilota brasiliano ha rubato la vittoria alla coppia Nick Heidfeld – Nicolas Prost, coinvolti in uno spettacolare incidente all’ultimo giro.

Il prossimo appuntamento è fissato per il 22 novembre a Putrajaya, Malaysia.

PROST – HEIDFELD: INCIDENTE CON VOLO

La gara ha giù offerto un bel colpo di scena, fortunatamente risoltosi senza conseguenze per i piloti.

All’ultimo giro Nicolas Prost, in testa, vede arrivare negli specchietti Nick Heidfeld in sorpasso. Il francese gli taglia di netto la strada e la monoposto dell’inglese perde aderenza e inizia a scivolare sull’asfalto. Ma raggiunto un cordolo decolla e urta contro le protezioni atterrando rovinosamente sull’asfalto.

Fortunatamente il pilota è uscito illeso.

CLASSIFICA FINALE ePRIX BEIJING 2014

1. Lucas di Grassi (Audi Sport ABT) 25 giri
2. Franck Montagny (Andretti) +2’’867
3. Sam Bird (Virgin Racing) +6’’559
4. Charles Pic (Andretti) +19’’301
5. Karun Chandhok (Mahindra Racing) +23’’952
6. Jérômed’Ambrosio (Dragon Racing) +31’’664
7. OriolServia (Dragon Racing) +41’’968
8. Nelson Piquet Jr. (China Racing) +43’’896
9. Stéphane Sarrazin (Venturi) +43’’975
10. Daniel Abt (Audi Sport ABT) +1’02’’507
Miglior giro: Takuma Sato (Amlin)

CLASSIFICA PILOTI

1. (11) Lucas di Grassi Audi Sport ABT) 25 punti
2. (27) Franck Montagny (Andretti) 18 punti
3. (2) Sam Bird (Virgin Racing) 15 punti
4. (28) Charles Pic (Andretti) 12 punti
5. (5) Karun Chandhok (Mahindra Racing) 10 punti
6. (7) Jerome d’Ambrosio (Dragon Racing) 8 punti
07 (6) Oriol Servià (Dragon Racing) 6 punti
08 (99) Nelson Piquet (China Racing) 4 punti
09 (8) Nicolas Prost (e.dams Renault) 3 punti
10 (30) Stéphane Sarrazin (Venturi) 2 punti
11 (5) Takuma Sato (Amlin Aguri) 2 punti
12 (66) Daniel Abt (Audi Sport ABT) 1 punto
13 (3) Jaime Alguersuari (Virgin Racing) 0 punti
14 (23) Nick Heidfeld (Venturi) 0 punti
15 (18) Michela Cerruti (Trulli) 0 punti
16 (77) Katherine Legge (Amlin Aguri) 0 punti
17 (88) Ho-Pin Tung (China Racing) 0 punti
18 (9) Sébastien Buemi (e.dams Renault) 0 punti
19 (10) Jarno Trulli (Trulli) 0 punti
20 (21) Bruno Senna (Mahindra Racing) 0 punti

CLASSIFICA COSTRUTTORI

1. Andretti Formula E 30 punti
2. Audi Sport ABT 26 punti
3. Virgin Racing 15 punti
4. Dragon Racing 14 punti
5. Mahindra Racing 10 punti
6. China Racing 4 punti
7. e.dams-Renault 3 punti
8. Venturi 2 punti
9. Amlin Aguri 2 punti
10. Trulli 0 punti