Condividi

RIPENSIAMO L’AUTO. IL SALONE DI GINEVRA 2015 E’ UNA FRUSTATA ALLE CONVENZIONI: LA NISSAN SWAY PROMETTE DI SCONVOLGERE IL SEGMENTO DELLE PICCOLE COMPATTE, LA GT-R LM NISMO (CON TRAZIONE ANTERIORE E POSTERIORE) PORTERA’ LO SCOMPIGLIO AL WORLD ENDURANCE CHAMPIONSHIP.

La Nissan Sway è una sfida per il marchio giapponese. Con questa nuova proposta intende valutare la risposta del pubblico a uno stile di rottura con il suo linguaggio stilistico attuale. Se a Ginevra la Sway raccogliesse adeguati consensi, potrebbe essere questo il volto delle future vetture compatte Nissan.

La Sway è lunga 401 cm, larga 178, alta 138,5 e con un passo di 257 cm. Nissan identifica quattro temi portanti del design: calandra anteriore a V, tetto “sospeso” (Nissan ha eliminato il montante B), fari posteriori a “boomerang” e montante C con un particolare andamento discendente. Si tratta di temi già introdotti su vetture Nissan, sia concept, sia produzione, in particolare sulla Murano.

Funzionalità ed essenzialità caratterizzano anche gli interni: ci sono alcuni elementi del telaio a vista e la strumentazione di fronte al pilota è composta da soli 2 strumenti. Tutte le informazioni necessarie sono prodotte da uno schermo trapezoidale al centro della plancia.

Sullo stand Nissan, la famiglia NISMO esplode in tutta la sua forza e carica emozionale: il costruttore presenta congiuntamente i model year 2015 di Juke Nismo RS da 218 Cv, GT-R Nismo (600 Cv e un nuovo pacchetto aerodinamico) e 370 Z Nismo da 344 Cv. Con loro, la regina assoluta, la GT-R LM Nismo. La rivoluzionaria auto da corsa giapponese, con motore e trazione anteriore, parteciperà al World Endurance Championship 2015 e alla 24 Ore di Le Mans dove andrà a scontrarsi con Audi, Toyota e Porsche nella classe LMP1.

Speciale-Ginevra-2015-0-100_small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2015

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.