Condividi

IL “DIMOSTRATORE TECNOLOGICO”. LAMBORGHINI PRESENTA A GINEVRA 2016 LA CENTENARIO, MODELLO IN SERIE LIMITATA (STESSA TIRATURA DELLA REVENTON SU BASE MURCIELAGO LP640) CHE CELEBRA 100 ANNI DALLA NASCITA DEL FONDATORE E DA’ L’ADDIO ALLA GESTIONE WINKELMANN (STEFANO DOMENICALI PRENDERA’ IL SUO POSTO DAL 15 MARZO). IL PESO SCENDE DA 1.630 KG DELLA AVENTADOR A 1.530 KG; CARROZZERIA IN CARBONIO A VISTA, SPIGOLI OLTRE L’IMMAGINABILE. PRODUZIONE GIA’ TUTTA VENDUTA.

Al Salone dell’Auto di Ginevra Lamborghini presenta la Centenario, il modello che celebra il centenario della nascita di Ferruccio Lamborghini (nato il 28 aprile 1916 e scomparso il 20 febbraio ’93).

La Centenario, sviluppata su base Aventador, è definita una sorta di “vettura laboratorio”, sviluppata dal reparto di Ricerca e Sviluppo di Lamborghini in collaborazione con la OPAC di Torino. Il Centro Stile ha potuto lavorare con ampia libertà creativa adottando soluzioni inedite e, appunto, sperimentali, nell’ambito del tipico linguaggio stilistico Lamborghini.

Essa è l’ultimo di una serie di modelli speciali da collezione, prodotti in serie limitata a prezzo “speciale” per una clientela altrettanto “speciale“: l’hanno infatti preceduta la Reventon (Coupé e Spider, 20 esemplari ciascuna), la Sesta Elemento, la Aventador J e la Veneno (Coupé e Roadster).

DESIGN

La carrozzeria della Centenario è in fibra di carbonio a vista, con parti opache e altre accentuate di giallo per mostrare alcuni dettagli dei decori aerodinamici.

Ferme restando le classiche forme introdotte con la Countach di Bertone all’inizio degli Anni 70, la Centenario ha un frontale particolarmente spiovente, il cui andamento molto inclinato prosegue con il parabrezza. Frontalmente ci sono due enormi prese d’aria orizzontali, separate da una lama e segnate da tante piccole lame verticali. Al posto del cofano sono presenti due vistosi sfoghi per l’aria con funzione aerodinamica. I parafanghi anteriori e quelli posteriori sono raccordati da un vistoso allargamento nella parte bassa della fiancata che lascia la portiera incavata producendo due effetti: definisce i contorni della cellula di sicurezza e aumenta la percezione di larghezza della coda.

Il posteriore è caratterizzato dalla grande superficie superiore piatta con funzione di grande ala (una parte fuoriesce automaticamente, si allunga di 150 mm e ruota di 15 gradi), dalle due sottili fasce luminose che creano le luci posteriori e il mostruoso estrattore inferiore con scarichi al centro.

MECCANICA

Il 12 cilindri a V di 6,5 litri della Aventador è stato potenziato fino a 770 Cv a 8.600 giri, caratteristica che lo rende il più potente mai costruito dalla Lamborghini fino a oggi.

La trasmissione (trazione integrale permanente) prevede un nuovo asse sterzante posteriore, che lavora di concerto con il Lamborghini Dynamic Steering (LDS), e cambio meccanico robotizzato Independent Shifting Rod (ISR) con 7 marce.

PRESTAZIONI, PREZZO, PRODUZIONE

Secondo il costruttore la Centenario vola sullo 0-100 in 2″8, da 0 a 300 in 23″5 e supera 350 km/h. Nella frenata da 100 a 0, invece, dichiara appena 30 metri di spazio. Proposta al prezzo di 1,75 milioni di euro (tasse escluse), la Centenario sarà prodotta in 20 esemplari con carrozzeria coupé e 20 in versione Roadster. Già tutti assegnati.