Condividi

“PROTOTIPO DA CORSA SCOPERTO”. E’ LA DEFINIZIONE UTILIZZATA DA LAMBORGHINI PER LA LP750-4 VENENO ROADSTER. SCOCCA AVENTADOR, CARROZZERIA IN FIBRA DI CARBONIO OTTIMIZZATA, MOTORE V12 6.5 DA 750 CAVALLI, TRAZIONE INTEGRALE, 4 RUOTE MOTRICI. 0-100 IN 2,9 SECONDI, 350 KM/H. 9 ESEMPLARI, 3,96 MILIONI DI EURO (IVA AL 22% COMPRESA).

Lamborghini chiude il cerchio sulla LP750-4 Veneno, una delle regine (curiosamente l’unica NON ibrida) del Salone di Ginevra 2013. La casa del Toro annuncia la produzione del suo modello più esclusivo estremo (dal punto di vista del design e della meccanica) e sconcertante della sua storia (forse la favolosa Miura Jota potrebbe reggere il confronto) anche in versione LP750-4 Veneno Roadster.

Pur denominata “Roadster” si tratta di una pura barchetta, “non copribile” con alcun tetto, sulla scia della favolosa Lamborghini Aventador J presentata al Salone di Ginevra del 2012. La meccanica riprende le medesime caratteristiche della versione coupé, a sua volta ottimizzate (scocca, carrozzeria, motore, trasmissione) rispetto alla Lamborghini Aventador (leggi la prova su strada di 0-100.it).

FIBRA DI CARBONIO: SCOCCA, CARROZZERIA E ABITACOLO

Il complesso strutturale della Lamborghini LP750-4 Veneno Roadster è frutto del grande investimento di risorse del costruttore in un reparto dedicato allo studio e allo sviluppo dell’utilizzo della fibra di carbonio.

Telaio monoscocca a “cellula di sopravvivenza”, carrozzeria e abitacolo sono realizzati in fibra di carbonio. In quest’ultimo ambiente, inoltre, i sedili sono in Forged Composite, un materiale brevettato dall’azienda, mentre tutte le parti “morbide” sono in tessuto in fibra di carbonio CarbonSkin.

AERODINAMICA

Analogamente alla Lamborghini LP750-4 Veneno Coupé, la versione Roadster è il risultato di un attento studio dell’aerodinamica con l’obbiettivo di ottimizzare i flussi (sopra e sotto la scocca), il carico aerodinamico, la resistenza all’avanzamento e il raffreddamento delle parti “calde” (motore, soprattutto) durante la marcia.

Il risultato è, secondo Lamborghini, un’auto pienamente stradale ma con caratteristiche aerodinamiche da auto da competizione.

Queste caratteristiche funzionali si riscontrano nella forma estrema della carrozzeria: frontale a freccia, fondo piatto, estrattore posteriore, gigantesca ala, ruote a forma di turbina che convogliano aria verso i freni (in carboceramica).

MOTORE E TRASMISSIONE

La Lamborghini LP750-4 Veneno Roadster è equipaggiata con il V12 6.5 della Aventador, portato da 700 a 750 Cv. E’ accoppiato a trazione integrale e trasmissione a semiautomatica ISR a 7 marce con 5 logiche di funzionamento.

Il telaio “lavora” attraverso sospensioni push-rod con gruppo-molla ammortizzatore orizzontale, innovazione, nella produzione Lamborghini, introdotta con la Aventador.

PRESTAZIONI, PRODUZIONE, PREZZO

La Lamborghini LP750-4 Veneno Roadster pesa (dichiarato), 1.490 kg. Copre lo 0-100 in 2″9 e dichiara 355 km/h di punta massima.

Nel corso del 2014 Lamborghini produrrà solo 9 esemplari, proposti al prezzo di 3,3 milioni di euro (in Italia, IVA al 22% compresa fanno 3,96 milioni di euro).

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.