Condividi

L’UOMO DEL TORO HA DETTO SI’? STEPHAN WINKELMANN INIZIA A ESSERE UN PO’ PIU’ POSSIBILISTA SULLA LAMBORGHINI URUS. IL NUMERO UNO DI LAMBORGHINI LANCIA PERICOLOSE FRECCIATE ALLA CONCORRENZA O STA STRAORDINARIAMENTE BLUFFANDO. PORSCHE CAYENNE E FERRARI FF SONO AVVISATE.

Intervistato sull’argomento in Giappone, dove si trovava recentemente per inaugurare un nuovo concessionario ufficiale, Stephan Winkelmann, si è “sbottonato” sulla Lamborghini Urus, il possibile SUV sportivo del Toro, dicendo che “Ci stiamo lavorando e la faremo. In questo momento il nostro atteggiamento è low profile. Non posso dire altro ma quando ci saranno delle novità ve le dirò!”.

Non c’è, in verità, nulla di ufficiale sull’argomento. La parola passa ai piani alti del Gruppo Vw nei quali, secondo alcuni report, il semaforo verde sarebbe già stato dato da Rupert Stadler, numero uno di Audi.

La Lamborghini Urus, in termini di economie di scala, condividerebbe la piattaforma modulare MLB, la stessa di un piccolo esercito di SUV tedeschi: Volkswagen Touareg, la prossima Audi Q7, la Porsche Cayenne e la Bentley Falcon.

Certamente meno affascinante e sconcertante della mostruosa Lamborghini LM002, la Lamborghini Urus potrebbe contare sull’apprezzamento di una grande fascia di clientela, alla ricerca di un SUV Sportivo e certamente poco avvezzo a rivolgersi all’ormai inflazionata Porsche Cayenne.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.