Condividi

MAI PRIMA D’ORA. NELLA MOSTRA “DISCOVER HANS LISKA”, PRESSO IL MUSEO MILLE MIGLIA DI BRESCIA, MERCEDES-BENZ CLASSIC ESPONE 100 OPERE DELL’ARTISTA AUSTRIACO HANS LISKA OLTRE A UNA 300 SL W 194 E UNA 180 W 120.

Alla mostraDiscover Hans Liska”, iniziativa promossa dall’Associazione Museo Mille Miglia e da Mercedes-Benz Classic, il pubblico potrà ammirare, per la prima volta, opere del grafico austriaco Hans Liska, uno dei più importanti disegnatori di stampe e pubblicità della metà del XX secolo.

Le sue opere, che si caratterizzano per le linee nette, scolpite e dinamiche che danno l’idea del movimento, provengono sia dalla collezione privata di Liska sia dall’Archivio di Mercedes-Benz Classic.

Liska, a partire dal 1951, seguì per oltre 10 anni i successi sportivi della Casa di Stoccarda e lo sviluppo dei nuovi modelli.

Mai presentate al pubblico prima d’ora, queste opere comprendono una vasta serie di soggetti immortalati su incarico di Mercedes-Benz negli Anni 50 come le vittorie delle sportive da corsa Mercedes-Benz 300 SL (W 194, 1952), i trionfi delle nuove Frecce d’Argento (W 196 R, 1954/1955) e i successi della 300 SLR (W 196 S, 1955) che segnarono l’ascesa di Mercedes-Benz nell’olimpo del Motorsport.

Le sue creazioni (disegni monocromatici e colorati a china, gouache, dipinti ad olio e poster stampati) apparvero su locandine di gara, poster, dépliant e pubblicità oltre che stampate come pubblicazioni speciali.

Cronista della quotidianità nel periodo del “Wirtschaftswunder”, il “miracolo economico”, Liska ha anche rappresentato soggetti che spaziano dal commerciante di frutta che consegna la sua merce su di un furgoncino 170 D fino all’anteprima della Mercedes-Benz 600 (W 100) in occasione del Salone Internazionale dell’Automobile (IAA) nel 1963.

Diede libero sfogo anche al proprio talento di narratore all’interno di libri illustrati con soggetti Mercedes-Benz pubblicati negli Anni 50. Il primo della serie fu lo “Sketchbook” del 1951 seguito da altri due volumi nel 1953 e nel 1955.

ALCUNE CREAZIONI UNICHE DI HANS LISKA IN MOSTRA

Curiosa è l’opera che raffigura l’impatto di un avvoltoio sul parabrezza della 300 SL guidata da Karl Kling con il copilota Hans Klenk (tagliarono poi il traguardo per primi) durante la Carrera Panamericana del 1952.

Non meno preziosa è la rappresentazione dei britannici Stirling Moss e Denis Jenkinson mentre sfrecciano sulla loro Mercedes Benz 300 SLR (Mille Miglia del 1955) con sullo sfondo la biancheria stesa ad asciugare da una parte all’altra di un vicoletto di un centro storico medievale italiano.

NON SOLO OPERE APPESE AL MURO

Al fine di rievocare il ruolo fondamentale che la Mille Miglia ha ricoperto per il settore corse di Mercedes-Benz nella metà del XX secolo sono esposte anche una sportiva da corsa Mercedes-Benz 300 SL (W 194) e una Mercedes-Benz 180 (W 120) della collezione Mercedes-Benz Classic.

Oltre alla vittoria di Rudolf Caracciola alla guida di una Mercedes-Benz SSKL nel 1931, tra i momenti clou dell’epoca ricordiamo il 2° posto nella Mille Miglia 1952 (Karl Kling su una vettura da corsa 300 SL) e le vittorie in classifica generale e in quella di categoria del 1955 che comprendeva una triplice vittoria con la Mercedes-Benz 180 D nella categoria diesel.

La mostra rimarrà in esposizione fino al prossimo agosto 2014 per poi fare tappa in diverse altre città tra le quali Stoccarda.