Condividi

UN’RCZ-R DA “PIEGA”. L’ITALIA RISPONDE ALLA TRADIZIONE DEL TUNING TEDESCO CON UN’ELABORAZIONE ESEGUITA DAL MARCHIO MOTOCICLISTICO BIMOTA SULLA PEUGEOT RCZ-R. MOTORE POTENZIATO DA 270 A 304 CAVALLI, ASSETTO RIBASSATO, FRENI POTENZIATI.

Dall’unione della massima sportività stradale secondo Peugeot e della tradizione dell’elaborazione motociclistica del marchio Bimota, nasce la Peugeot RCZ-R Bimota, un esemplare unico modificato nell’estetica e nella meccanica per alzare ancora di più il livello prestazionale.

Il progetto elaborato dalla casa motociclistica riminese, PB104, segue lo stesso schema per le sue moto (“P”eugeot, “B”imota, numero progressivo di progetto “104”) a significare non una creazione estemporanea ma un vero e proprio programma Bimota.

A livello di motore (il 4 cilindri 1.6 THP da 270 Cv e 330 Nm) la Peugeot RCZ-R riceve una nuova centralina elettronica, valvola pop-off per il turbocompressore, catalizzatore sportivo e filtro dell’aria racing. La potenza cresce a 304 Cv.

L’assetto viene abbassato di 10 mm e irrigidito con ammortizzatori più sportivi. Anche l’impianto freni è stato potenziato e ora ci sono dischi anteriori da 380 mm di diametro (con spessore da 32 mm e pinza a 4 pompanti).

Esteticamente la Peugeot RCZ-R Bimota si presenta con la classica livrea bianca e rossa (creata con una complessa verniciatura, non con adesivi), cerchi da 19″ con profilo rosso.

L’abitacolo è stato personalizzato con manometro del turbo nella presa d’aria centrale, eliminazione del divanetto posteriore per lasciare posto a due vani per casco e tuta, sedili con logo Bimota, rivestimento del volante in Alcantara, maniglie porta personalizzate, fascia metallica sul brancardo specifica e TomTom Bridge, con ampio schermo da 7 pollici davanti al passeggero. Questo comanda due telecamere GoPro 4 installate nel frontale e in coda, che in qualsiasi momento posso effettuare riprese video da pubblicare sui canali social del Web.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.