Condividi

Lumma Design a Ginevra 2012 e la fiera del bianco candor. Se di purezza teutonica si parla, l’argomento è stato centrato. Lo stand del preparatore presenta la CLR 9 S su base Porsche 991 e la CLR 600 GT su base BMW Serie 6 cabriolet, tanto spavalde e irriverenti da aver pressoché totalmente abbandonato l’immagine sportiva ed elegante dei modelli di serie per diventare due oggetti di perdizione.

La sportività del kit della CLR 9 S emerge nel complesso design del nuovo paraurti anteriore con labbro inferiore in fibra di carbonio e due ulteriori prese d’aria per i freni.

La coda si avvale ora di un nuovo spoiler posteriore integrato nella carrozzeria, verosimilmente in omaggio alla Carrera RS degli Anni 70. L’impianto di scarico è stato potenziato, nelle misure e nel sound. Le bande rosse completano il quadro e creano un’ideale continuità con il rosso dell’abitacolo, rivestito in pelle e rifinito con fibra di carbonio secondo una lavorazione prettamente artigianale.

La CLR 600 GT è pronta per prendere il volo verso una destinazione mediorentale con tanto sole e tanta voglia di apparenza. Il bianco di carrozzeria e rivestimenti in pelle dell’abitacolo contrasta fortemente con il nero delle ruote da 20″ e la fanaleria posteriore. Il v8 della 650i guadagna quasi 100 Cv in più.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.