Condividi

GEMELLE DIVERSE. COSì DIVERSE EPPURE COSì UGUALI. LO STAND CHEVROLET OSPITA LA CORVETTE Z06 STRADALE E LA C7.R DA CORSA. CURIOSAMENTE NON SI COGLIE IL TEMA FONDAMENTALE DI QUESTI DUE PROGETTI: L’ESSERE DUE VETTURE MOLTO PIU’ SIMILI DI QUANTO SI CREDA.

Sarebbe sbagliato affermare che gli americani non sanno costruire automobili sportive. La controprova sono tutte le automobili da corsa straordinarie che hanno prodotto: dalla Cobra alla Chaparral, dalla Ford GT40 alle Dodge Viper e Corvette da competizione. Così oggi gli esempi di auto sportive americane sono pochi ma mirabili: la Mustang, la Viper e, naturalmente, l’intramontabile Corvette.

La leggendaria sportiva prodotta dalla General Motors, tuttavia, continua a rimanere un’auto di nicchia sui mercati europei, probabilmente più per una questione campanilistica che non di supremazia tecnologica.

Ma la Corvette sta dimostrando di essere sempre meno un’auto tipicamente americana (al contrario della Ford Mustang, della Chevrolet Camaro o della Dodge Charger, saldamente fedeli al dettato della muscle car d’Oltreoceano) per cercare di rispondere sempre di più ai gusti europei. Lo si vede nella progettazione, nella scelta dei materiali e nelle prestazioni.

La Corvette Z06 della famiglia C7 è esposta insieme alla sorella da competizione, la Corvette C7.R. “Sorella” è il termine ideale per descrivere la vicinanza tra le due: abbiamo infatti scritto che “la C7.R ha molto in comune con la Z06 e la sportivissima Z06 ha dovuto essere modificata “relativamente” poco, dal punto di vista strutturale, per salire al livello della C7.R da corsa.

La Z06 monta il motore LT4, 8 cilindri a V con compressore Eaton per 625 Cv e 861 Nm, Sulla C7.R, invece, il motore è lo stesso della C6.R, il V8 di 5,5 litri, con circa 500 Cv e circa 657 Nm.

special-salon-salone-geneve-ginevra-geneva-0-100.low

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2014

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.