Condividi

OPEL ON THE ROCKS. L’OPEL ASTRA OPC EXTREME, IN ANTEPRIMA MONDIALE A GINEVRA, E’ FIGLIA DELLE COMPETIZIONI: 100 KG IN MENO RISPETTO ALLA’OPC DI SERIE, OLTRE 300 CV E, FORSE, UNA SERIE LIMITATISSIMA PER CLIENTI CON MANIE DI ESIBIZIONISMO. PIU’ SOBRIA MA NON MENO AGGRESSIVA L’OPEL ADAM S CON 150 CV. PIU’ VIVACE, TRENDY E GIOVANILE LA ADAM ROCKS CROSSOVER.

L’Opel Astra OPC Extreme fa una degna coppia con l’Abarth 695 Biposto (che il pregio in più di possedere il cambio a innesti frontali, roba per piloti esperti!) verso quel genere di clientela che sente sempre l’irresistibile richiamo della pista.

La più sfrontata delle Opel Astra stradali mai prodotte è ricca di particolari in fibra di carbonio: l’ala posteriore, il diffusore, lo spoiler anteriore, il cofano, la traversa delle sospensioni, la copertura del motore, le ruote (pesano, complessivamente, 20 kg in meno di un set di componenti in lega), la ventilazione posteriore dei passaruota e il tetto (pesa 2,6 kg).

Oltre all’alleggerimento il tuning ufficiale eseguito da Opel sul suo stesso prodotto ha seguito la strategia dell'”irrobustimento” in chiave sportiva: gruppo molla/ammortizzatore regolabile, impianto freni potenziato con dischi anteriori da 370 mm e pinze a 6 pompanti, abitacolo alleggerito con eliminazione dei sedili posteriori e montaggio di una gabbia rollbar, sedili anteriori da competizione con design specifico per questo modello e cinture di sicurezza integrali.

Opel sta verificando, in questi giorni, il gradimento del pubblico e se la risposta sarà adeguatamente positiva, è prevista la realizzazione di una serie speciale super-limitata.

OPEL ADAM S

L’Adam diventa sportiva per confrontarsi con l’Abarth 500. Il fulcro del nuovo modello è il 4 cilindri 1.4 con turbocompressore, distribuzione bialbero, doppia fasatura variabile. Eroga 150 Cv e 220 Nm di coppia massima che gli consentono di toccare 220 km/h.

Il telaio è stato irrobustito con ammortizzatori più rigidi, freni più potenti (con pinze rosse), cerchi da 18″, pneumatici 225/35 R18, sterzo più sportivo

OPEL ADAM ROCKS

Il primo Urban Crossover più corto di 4 metri (374 cm) del mondo si presenta a Ginevra in forma definitiva a un anno dalla sua prima apparizione come concept (a Ginevra 2013).

Rispetto alla Opel Adam normale il corpo vettura è rialzato di 15 mm ed equipaggiato con protezioni sottoscocca davanti e dietro. Lungo tutta la carrozzeria, inoltre, corre un profilo sagomato in materiale plastico che ne irrobustisce il design. Gli ammortizzatori, le molle, la geometria della sospensione posteriore e lo sterzo sono stati riconfigurati. La Adam Rocks, inoltre monta ruote più grandi: da 17 o 18 pollici.

E’ un’auto giovane e giovanile che si apre a una vasta gamma di personalizzazioni secondo i gusti della clientela. Sono disponibili 18 colori di carrozzeria e 6 per il tetto. E’ inoltre dotato di tetto elettrico scorrevole in tela swing top (nero, marrone chiaro o marrone scuro).

L’abitacolo giovane ed elegante, consente tutte le possibilità di personalizzazione già disponibili per la Adam. Tra gli accessori si segnala l’IntelliLink Opel che offre connettività a tutto campo per smartphone con sistemi operativi Android e Apple iOS.

Al debutto l’Opel Adam Rocks monta il motore 3 cilindri 1.0 EcoTec (Euro 6, sistema Start/Stop) )con due livelli di potenza (90 o 115 Cv) e sono abbinate a un nuovo cambio meccanico a 6 marce.

special-salon-salone-geneve-ginevra-geneva-0-100.low

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2014

 

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.