Condividi

ALLELUIA!. DOPO NUMEROSE CREAZIONI INCENTRATE SUL DESIGN CHE NON SUL CARO E VECCHIO CONCETTO DELLA VETTURA D’ATELIER CON CARROZZERIA SPECIALE PER CLIENTELA SPECIALE (L’ULTIMA E’ STATA LA NEW STRATOS), FINALMENTE PININFARINA TORNA AL SUO MESTIERE PRIMIGENIO. LA SERGIO, PRESENTATA COME PROTOTIPO NEL 2013, E’ DIVENTATA REALTA’: 6 ESEMPLARI GIA’ TUTTI VENDUTI.

Al Salone di Gineva 2015 debutta finalmente la versione definitiva della Pininfarina Sergio. La roadster progettata e realizzata a Cambiano fu presentata nell’ormai lontano 2013 come concept per celebrare 60 anni di collaborazione tra Ferrari e il marchio torinese.

Pininfarina, come noto, ha ottenuto il permesso dalla Casa Madre di Maranello di procedere con la realizzazione di 6 esemplari (dei quali il primo già consegnato). La carrozzeria speciale è allestita sulla meccanica della Ferrari 458 Spider, sulla quale non vengono apportate modifiche di meccanica per non compromettere l’omologazione.

Sulla veste esterna, tuttavia, il carrozziere ha potuto studiare e implementare le proprie soluzioni per portare, sì, un nuovo design ma anche miglioramenti al progetto di base. Così anteriormente il nuovo musetto (ispirato al prototipo Dino 206 del ’66) propone una soluzione per i flussi che impattano sul musetto. Sull’arco rollbar posteriore, invece, Pininfarina ha ricavato prese d’aria dirette verso il motore e destinate al raffreddamento e all’aspirazione.

La Pininfarina Sergio, infatti, è motorizzata con il V8 da 605 Cv della Ferrari 458 Speciale, una caratteristica che ne esalta ancora di più l’affascinante personalità di barchetta ad elevatissime prestazioni, come le barchette da corsa di Pininfarina degli Anni 50 e 60 (invero piuttosto poche!).

Speciale-Ginevra-2015-0-100_small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2015

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.