Condividi

BASSI, LARGHI E MASTODONTICI. OVVERO: COME HAMANN TI TRASFORMA “NORMALI” SUV IN OGGETTI DEL DESIDERIO PER CHI NON VUOLE PASSARE INOSSERVATO. COLORI MINIMALISTI, CERCHI DAI DIAMETRI SPROPOSITATI, BARICENTRO MOLTO ABBASSATO. IL SENSO DI TUTTO CIO’ NON E’, PROBABILMENTE, SEMPLICE TRUZZISMO. C’E’ UNA VENA ESIBIZIONISTA CHE HA SUPERATO I LIMITI DELLA DECENZA ED E’ NEL PIENO DI UNA ANALISI INTERIORE ALLA RICERCA DI RISPOSTE. NELL’ATTESA GLI EFFETTI SONO TUTTI ALL’ESTERNO!

Hamann è da sempre specializzata nella personalizzazione di modelli premium di case tedesche, ma con gli anni ha spinto i suoi “lungimiranti” orizzonti anche su vetture italiane (Ferrari in testa) e inglesi.

Dato il costante successo (in ascesa) del settore SUV, logica la scelta della casa tedesca di portare 4 prodotti appartenenti a questa categoria, con l’aggiunta di un elemento di rottura quale è la BMW M2.

Jaguar F-PACE package. Il SUV inglese riceve un pacchetto estetico completo che ne accentua il look massiccio, con nuovi passaruota dedicati per contenere gli esagerati cerchi da 23 (ventitré!!!) pollici “Anniversary Evo II”, disponibili in 3 colori. Il muso anteriore presenta un nuovo spoiler anteriore segmentato in 3 parti, per convogliare più aria e donare grinta estetica. I maggiori trattamenti sono stati dedicati al motore, sia esso in versione benzina (410 CV e 510 Nm) che diesel (340 CV e ben 780 Nm). You can never have too much output, dicono. Resta comunque il prodotto più sobrio dello stand.

AMG GLE 63 S package. Più una coupé rialzata che un SUV ribassato. Questo modello speciale di base AMG GLE 63 S è stato pompato dentro e fuori, arrivando sviluppare 95 CV in più delle specifiche di serie (680 CV con un picco massimo di 900 Nm). Un wide body kit viene installato e rende il SUV abbastanza goffo a vedersi, complici sempre le non trascurabili ruote da 22 pollici. La definizione della casa? Un masterpiece di estetica e prestazioni. Convinti loro..

Range Rover Evoque Cabrio by Hamann. Perchè? Questa la domanda che sarebbe da porsi. Goffo, veramente da “pimp my ride”, un prodotto che difficilmente vedremo sulle strade (per fortuna). Segue la solita “ricetta Hamann”: prendi il modello base, gli monti cerchi fuori misura, lo abbassi così da perdere il poco senso che rimane al SUV, lo allarghi un po in maniera neppure troppo fine, lo colori in tinta unica, quasi sempre bianca. Prossimamente in qualche video rap.

BMW X4 M40i package. Forti dello famoso Typhoon su base X6 M, Hamann ci riprova con il fratellino minore ed il risultato è migliore di quanto ci si prospettasse. Sarà che le dimensioni dei cerchi calano “solo” a 21 pollici di diametro, sarà che il cerchio multirazze scelto dona un look sportiveggiante ma senza esagerare, il nuovo M40i sembra quasi una versione vivace ma factory della casa di Monaco di Baviera. Gli aero kit estetici montati non sono esagerati e hanno forse realmente qualche funzione tecnica oltre che estetica. Allo stesso modo lo spoiler posteriore non risulta esagerato o fuoriluogo. Potenza massima “boosted” fino a 405 CV per questa versione.

BMW M2 package. Quasi in contrasto con i precedenti lavori apportati, sulla già ben delineata M2, Hamann non stravolge totalmente il look, ma anzi lo integra alla ricerca di maggiore sportività. Le bocche di aerazione del paraurti anteriore sono aumentate di dimensioni, mentre al posteriore lo scarico originale è stato sostituito con uno completo in acciaio inox. Nessun kit di allargamento previsto per questo modello, ma prestazioni aumentate a 420 CV.

SPECIALE SALONE DI GINEVRA 2017

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2017