Condividi

I FAVOLOSI ANNI 50. IL MASSIMO DELLE COMPETIZIONI SPORTIVE, NEGLI ANNI 50, ERA OFFERTO DALLE VETTURE SPORT, SUPERBE BARCHETTE CON DESIGN DA SOGNO (PUR NELLA LORO TOTALE FEDELTA’ A SEMPLICI PRINCIPI DI FUNZIONALITA’ AERODINAMICA) E MECCANICHE ESTREME. TEMPI DI LOTTE SENZA ESCLUSIONE DI COLPI TRA FERRARI, MASERATI, ALFA ROMEO, JAGUAR E TANTE ALTRE.

Sui tornanti della Vernasca si è riproposto un revival di quei leggendari duelli. Uno di questi ha avuto come protagoniste una Ferrari 250 Testarossa del ’57, una Maserati 450 Sport (il telaio #4511, invero un esemplare con origini misteriose poiché qualsiasi “sacro testo” sulla Maserati racconta che di quest’auto fu costruito solo il motore) e una rarissima Allard Farrallac del 1958 con un grandioso motore 8 cilindri dal sound straordinario.

Ma nella batteria di vetture Sport, a ulteriore conferma di quali auto sia in grado di richiamare la Vernasca Silver Flag, c’erano anche ben 3 Jaguar C Type, 2 Maserati A6 GCS ’53, 2 Lotus Eleven e un’Alfa Romeo 6C 3000 CM, altro pezzo rarissimo, oggetto (si dice) di un restauro ventennale.

SCULTURE

L’abitacolo completamente a vista di queste vetture apre allo sguardo un mondo incantato, dove le scelte progettuali di quell’epoca, ieri pionieristiche oggi anacronistiche, danno vita alla semplice struttura meccanica e la trasformano in una vera opera d’arte che potrebbe tranquillamente prendere posto in un museo d’arte moderna: la leva del cambio con griglia, il volante, il contagiri, il reticolato del telaio tubolare…

vernasca-silver-flag-2014-low

Gli Speciali di 0-100.it: Vernasca Silver Flag 2014