Condividi

L’EREDITA’. STEPHAN WINKELMANN (CHE SECONDO NUMEROSE FONTI SAREBBE IN PROCINTO DI LASCIARE IL TRONO DI NUMERO UNO DELLA LAMBORGHINI A STEFANO DOMENICALI) PARLA DEL FUTURO DELLA LAMBORGHINI HURACAN E DELLE “NUMEROSE” VERSIONI CHE NASCERANNO NEI PROSSIMI TEMPI.

Parlando alla rivista Autocar, Stephan Winkelmann ha parlato delle caratteristiche del prodotto “Huracan” e tracciato il suo percorso evolutivo nel medio-lungo termine. Si potrebbe trattare, in questo caso, di una vera e propria eredità dell’attuale Presidente di Lamborghini Automobili, che molti vedono in partenza verso nuovi incarichi. Al suo posto sembra molto vicino Stefano Domenicali, ex Team Principal della Scuderia Ferrari e attualmente in forze all’Audi.

A differenza della Gallardo – dove le nostre strategie di nuovi modelli derivati sono iniziate dopo lo sviluppo della macchina, principalmente nella seconda parte del suo ciclo di vita – nel caso della Huracan abbiamo sviluppato tutto questo già in fase di ideazione del modello base”, ha precisato Winkelmann. “Sicuramente ci sarà una versione che andrà nella direzione di essere maggiormente leggera e veloce. Stiamo analizzando davvero molti approcci“.

Ma non sarà l’unico modello: “In poche parole vogliamo coprire le aree del lifestyle, divertimento di guida, performance, high performance e le corse. Durante il suo ciclo di vita ci potrebbero essere più di cinque nuvoe versioni della Huracan. Abbiamo molte idee che sono già state programmate ma più pensiamo più cose emergono. Quindi è anche questione di capire che possiamo permetterci tutto questo considerato che dobbiamo valutare investimento, capacità di produzione e complessità“.

Attualmente la gamma della Lamborghini Huracan comprende LP610-4 coupé, LP610-4 Spyder, LP620-2 Super Trofeo da corsa e l’ultima arrivata, la LP580-2.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.