Condividi

ITALIA MAESTRA DI STILE E CULTURA DEL RESTAURO. TOURING SUPERLEGGERA PORTA A RETROMOBILE 2014 A PARIGI L’HERITAGE DELLA CARROZZERIA ITALIANA E LA GRANDE QUALITA’ DELL’ARTIGIANALITA’ DI CASA NOSTRA NELL’ARTE DEL RESTAURO DI VETTURE DA COLLEZIONE.

Il marchio di carrozzeria Touring Superleggera, uno dei protagonisti della tradizione della carrozzeria italiana (anno di fondazione 1926) ed esponente della “scuola” milanese, sarà a Retromobile 2014 per esporre alcuni dei gioielli della propria storia e illustrare gli ultimi progetti di restauro attualmente in lavorazione presso le officine di Terrazzano, alle porte di Milano.

In particolare, lo storico marchio milanese porta in mostra agli appassionati del salone parigino il restauro in corso di una vettura d’eccezione carrozzata Touring: Bristol 401 Touring, telaio 401-1-217, carrozzeria Touring n° 3256, affiancata dalla scocca originale della vettura.

Questo lungo e importante lavoro di ripristino sarà accompagnato,  a conclusione di molte ore di sapiente lavorazione artigianale, da un certificato di originalità che attesta non solo che il restauro è avvenuto presso le officine Touring ma che sono stati seguiti alla lettera metodi di lavorazione tradizionali, gli stessi utilizzati nell’epoca in cui la vettura fu costruita ex-novo.

BRISTOL 401 TOURING

Bristol Airplane Co. e Carrozzeria Touring crearono, alla fine degli Anni 40, una partnership ufficiale grazie alla quale la carrozzeria milanese avrebbe assemblato a Milano gli esemplari della 401. La tecnologia Touring “Superleggera”e l’expertise di Bristol Airplane Co. hanno dato vita a un progetto esclusivo, che non riuscì tuttavia a raggiungere il traguardo dei 200 esemplari prefissati.

L’esemplare che Touring presenta a Retromobile, per espressa richiesta del suo attuale proprietario ha mantenuto la carrozzeria originale. Questa, quindi, è stata sgraffata dal telaio tubolare, verificata, e ricomposta su una struttura temporanea.

Con la costruzione di una serie di dime il lavoro è quindi passato a una squadra di esperti battilastra che hanno ricondizionato il vestito della Bristol 401, seriamente danneggiato. Il telaio, completamente sabbiato e risanato, ha riconquistato l’integrità di un tempo.

Carrozzeria e telaio, infine, sono stati assemblati verificando gli allineamenti.