Condividi

BISCIONE E CRAUTI. NEL “PACCHETTO” CI SAREBBE ANCHE LO STABILIMENTO DI POMIGLIANO E LA MAGNETI MARELLI

Fonti vicine sia ad Ingolstadt, sia al Gruppo Fiat affermano che la trattativa per la cessione del marchio Alfa Romeo all’Audi sarebbero ancora in corsa.

E per l’ennesima volta si dice che potrebbero essere in una fase già molto avanzata.

PIU’ CARTE IN TAVOLA

Oggetto della trattativa non sembra esserci solo il marchio Alfa Romeo, che al Salone di Ginevra 2013 (VAI allo Speciale di 0-100.it) ha dato qualche segno di vitalità con la versione stradale definitiva della 4C (la Launch Edition si appresta a entrare in listino a 60.000 euro di prezzo).

Si dice infatti che il Gruppo FIAT potrebbe cedere lo stabilimento di Pomigliano d’Arco (entrato in attività nel 1972 proprio per produrre modelli Alfa).

Ma per avere un ulteriore iniezione di liquidità, Marchionne potrebbe vendere al Gruppo Audi-VW anche la Magneti Marelli. Il Gruppo tedesco avrebbe così nel proprio portfolio un rinomato produttore di componentistica e potrebbe aprire in Italia un centro di ricerca.

BOCCHE CUCITE

Tra smentite e “no comment” la notizia non trova fondamento ufficiale alcuno. Nel delineare la strategia del brand Alfa Romeo Sergio Marchionne (che ha sempre ribadito che Alfa Romeo non è in vendita) ha parlato, lo scorso gennaio, di 8 nuovi modelli e un restyling, oltre al rilancio del marchio sul mercato americano, come parte di una più ampia strategia del Gruppo che punta al rilancio dei marchi Premium.

Nonostante il Gruppo non stia attraversando un momento felice, le operazioni sono decisamente iniziate per la Maserati (con la nuova Quattroporte e la berlina per il segmento E, la Ghibli, che arriverà entro breve) ma per l’Alfa, per ora, tutto rimane confinato alla 4C.

Marchionne, nel frattempo, sul fronte acquisizioni continua il suo braccio di ferro per l’acquisizione del 41,5% delle azioni Chrysler in mano, attualmente, al sindacato UAW.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.