Condividi

Il famoso giornalista inglese Chris Harris ha il privilegio di guidare una delle più straordinarie Porsche da corsa di tutti i tempi, qui introdotta dal progettista che fu a capo del progetto.

La Porsche 962, raccontata da Norbert Singer, è stata una delle auto più importanti della storia del marchio di Stoccarda e fondamentale tra le auto da corsa a ruote coperte. Come racconta lo stesso Singer, può infatti essere considerata la prima auto Sport – Prototipo dotata di un “serio” effetto suolo.

Come racconta il tecnico, la Porsche 962 fu progettata pensando alla 917/30 da 1.000 Cv. Un’auto sulla quale non aveva senso preoccuparsi del ruolo dell’effetto suolo in quanto la potenza era “sufficiente” per poterlo trascurare. Ma sulla 962, per la quale valevano regolamenti più severi, bisognava “governare” questa forza per ottenere massime prestazioni.

Nello stesso periodo – ricorda Singer – anche in Formula 1 l’effetto suolo era una variabile fondamentale nella progettazione di una macchina. In F1 l’effetto suolo era ancora maggiore anche in presenza di carrozzerie non così grandi come nella categoria Sport, soprattutto grazie alle minigonne. Per la 962 si partì letteralmente “copiando” la F1 ma applicando i concetti a una vettura biposto.

I risultati non furono soddisfacenti. Fu allora che si intuì di modificare il passaggio dell’aria dai lati alla parte superiore della vettura. Questa fu la chiave di tutto.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.