Condividi

MICA MALE PER UN PESO MASSIMO. LA PORSCHE CAYENNE TURBO E LA MERCEDES M63 AMG HANNO UNA NUOVA FIERA AVVERSARIA. LA RANGE ROVER SPORT SVR, 8 MINUTI E 14 SECONDI UFFICIALI AL NURBURGRING, NON CI TIENE A FARE LA FIGURA DI UNA RANGE ROVER CON QUALCHE CAVALLO IN PIU’ MA TANTA “CICCIA” SUI FIANCHI CHE LA RENDEREBBERO GOFFA. ECCOLA, ALLORA, DI TRAVERSO IN PISTA, NATURALMENTE TENUTA AL GUINZAGLIO DALL’UOMO CHE LA CONOSCE MEGLIO DI CHIUNQUE ALTRO: L’INGEGNERE-COLLAUDATORE MIKE CROSS.

Mike Cross, Chief Engineer Vehicle Integrity di Jaguar Land Rover, ci dà un assaggio delle potenzialità della Range Rover Sport SVR nello scenario normalmente meno indicato per una Range: il circuito.

Il breve video ufficiale rilasciato dalla Casa Madre mostra una serie di sovrasterzi della versione super-sportiva del fuoristrada di lusso britannico in pista.

Lo scenario è il circuito di Rockingham, improvvisamente “il locus amoenus” anche per quello che, dopotutto, è pur sempre un SUV con tanto comfort, tanto lusso ma anche tanto peso. Eppure il V8 da 550 Cv e 680 Nm di coppia abbinato a una scocca completamente in alluminio, apparentemente, fanno miracoli (la SVR scatta sullo 0-100 in appena 4″6).

La Range Rover Sport SVR scivola sulle quattro ruote con una certa leggiadria e anche quando sembra che la coda riesca ad averla vinta sul muso, una pronta ed enciclopedica controsterzata la mantiene perfettamente sull’asfalto.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.