Condividi

AC Cars, uno dei marchi automobilistici inglesi (e del mondo) più antichi, presenta al Salone di Ginevra la AC 378 GT Zagato, un’auto completamente nuova in cui vivono almeno tre tematiche: lo stile italiano di un marchio storico della carrozzeria italiana, grande potenza di un motore 8 cilindri americano e tipica sportività britannica.

La nuova coupé sportiva inglese è nata nel 2009 sotto forma di Perana Concept e mostrata al Salone dell’auto di Ginevra nello stand Zagato (che ne ha curato il design). E’ stata riproposta l’anno successivo in una versione ulteriormente evoluta e, finalmente, all’edizione 2012 si presenta, dopo lunghi test svolti in sud Africa dove viene costruita, come modello di produzione “brandizzato” con uno dei blasoni più famosi della storia automobilistica.

Caratteristiche meccaniche
La AC 378 GT Zagato è costituita da un telaio a traliccio di tubi in acciaio sui quali è montata una carrozzeria in materiale composito. Il motore, di derivazione Corvette, è un 8 cilindri a V di 6,2 litri di cilindrata (o 378 pollici cubici, il che spiega la scelta del nome) che fornisce 434 Cv. La trasmissione agisce sulle ruote posteriori per mezzo di un cambio meccanico a 6 marce + RM. La 378 monta ruote anteriori da 19″ e posteriori da 20″, che calzano, rispettivamente pneumatici da 245/40 ZR 19 e 305/35 ZR 20.

Con un peso complessivo pari a 1.465 kg, la 378 e scatta sullo 0-100 in meno di 4″ e tocca 300 km/h.

Un’illustre antenata
Zagato e AC Cars collaborarono già alla fine degli Anni 50 per l’allestimento di una particolare auto da corsa, la AC Ace Bristol Zagato del 1958, un esemplare unico inconfondibilmente Zagato per il suo stile tipicamente minimalista e la caratteristica doppia gobba sul tetto. Il legame di AC con la carrozzeria italiana ha poi trovato ulteriore conferma in uno dei modelli successivi: la AC 427 con carrozzeria Frua degli Anni 70.

La AC 378 GT Zagato è già in vendita nella versione con cambio manuale, sia con guida a destra per il mercato inglese, sia con guida a sinistra per il mercato tedesco. Il prezzo è di 89.990 GBP in Gran Bretagna o di 109.990 euro in Germania.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.
  • Umm… Personalmente mi piace molto e complimenti per l’articolo, conciso, ma esaustivo! 🙂 Tuttavia ai tempi doveva essere la supercar popolare da 50’000€ ed ora ha finito per costarne più del doppio… =|