Condividi

QUANDO, NEL ’63, MASERATI PRESENTO’ LA QUATTROPORTE DI FRUA, FU UNA VERA RIVOLUZIONE: PER LA PRIMA VOLTA LE ALTE PRESTAZIONI DI UNA SPORTIVA ERANO ABBINATE A UNA BERLINA DI GRANDE LUSSO. NEGLI ULTIMI TEMPI MOLTI COSTRUTTORI STANNO TENTANDO DI CREARE SCOMPIGLIO NEL CAMPO DELL’ELETTRICO (AD ESEMPIO LA QUANT F). MA LA SUPERCAR BERLINA ELETTRICA DEVE ANCORA SFONDARE: TANTE PROMESSE MA POCA CONCRETEZZA (TESLA MODEL S A PARTE).

Il Salone di Ginevra 2017 vedrà il debutto di Elextra, marchio automobilistico di nuova costituzione, fondato da Robert Palm (che ricopre anche il ruolo di designer), che si appresta a proporre un prodotto di altissimo lignaggio. Il primo modello della neonata azienda viene presentato come una supercar a motorizzazione elettrica con 4 porte, 4 posti e 4 ruote motrici.

Il teaser rilasciato mostra un design da monovolume, molto basso e affusolato, che ricorda vagamente le forme della Lamborghini Marzal, della Pininfarina Modulo o delle Maserati Merak e Bora.

Disegnata in Svizzera e costruita in Germania, sarà prodotta, secondo le aspettative, in non più di 100 esemplari. I suoi punti di forza saranno il design innovativo (ispirato alle più eccitanti supercar italiane del passato) e l’avanzata tecnologia utilizzata per la sua propulsione: il primo modello della Elextra, infatti, sarà equipaggiato con una motorizzazione al 100% elettrica capace di farla scattare sullo 0-100 in meno di 2″3, un tempo potenzialmente inferiore alla stessa Bugatti Veyron. Sarà, inoltre, una supercar molto esclusiva, con livelli di finitura e di equipaggiamento molto elevati.