Condividi

Audemars Piguet ha già dato il via a una serie di edizioni limitate come il Royal Oak Offshore Jarno Trulli, Royal Oak Offshore Grand Prix, Millenary Tour Auto 2011, Jules Audemars Gstaad Classic. Inoltre, ha scelto di essere ufficialmente presenti ad alcuni eventi automobilistici di grande risonanza tra gli appassionati: la Gstaad Classic, la Spa Classic o il Tour Auto. Dopo aver associato in passato il suo nome a grandi piloti come Rubens Barrichello, Juan Pablo Montoya o Jarno Trulli, la manifattura di Le Brassus presenta una serie speciale di 250 esemplari del Royal Oak Offshore dedicato a Sebastien buemi, dal 2009 pilota della Scuderia Toro Rosso di F1.

Eleganza e materiali high-tech

Il Royal Oak Offshore Sébastien Buemi ha la cassa di 42 mm in titanio grado 5 inossidabile, un materiale molto leggero, anallergico, anti-corrosivo e molto dolce da portare grazie alla sua debole conduzione termica. Come tutti i Royal Oak, ha la sua forza estetica nella lunetta ottagonale con otto viti esagonali in acciaio, su questo modello proposta in ceramica. Il motivo Méga Tapisserie sul quadrante, altro fondamento del Royal Oak Offshore , è qui declinato in nero con indici luminescenti, contatori ausiliari di 3 colori (nero, grigio, bianco) e le lancette per la funzione cronografo in rosso. La minuteria esterna gialla (colore preferito di Sebastien Buemi) decora il quadrante e mette in luce il rehaut con scala tachimetrica.

Calibro d’eccezione

Questo modello monta il movimento di Manifattura Audemars Piguet 3126/3840, elaborato sulla base del leggendario calibro 3120. Lo caratterizzano il bilanciere a inerzia variabile con otto masse, la massa oscillante (in oro 22 carati) antracite montata su cuscinetti a sfera in ceramica, un ponte del bilanciere, così come di un meccanismo per la messa all’ora dotato dello stop secondi. Monta anche un ingegnoso sistema di correzione rapida della data, che evita il bloccaggio del disco del calendario in caso di correzione a mezzanotte.

Il Royal Oak Offshore Sébastien Buemi è realizzato in serie limitata di 250 esemplari.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.