Condividi

AH, L’AMOUR! DOPO OLTRE 20 ANNI MCLAREN E HONDA SI INCONTRANO NUOVAMENTE E SI PIACCIONO ANCORA. LA NUOVA MP4-30, AFFIDATA A BUTTON E ALONSO PER LA PROSSIMA STAGIONE 2015, RICOMINCIA DOVE SI ERA FERMATA LA MP4/7A NEL 1992. SI RINNOVA UNO STORICO ACCORDO, CHE RICHIAMA L’ERA DI SENNA.

McLaren presenta la MP4-30 per il F1 World Championship 2015, l’unica vettura dello schieramento equipaggiata con l’Honda RA615H hybrid power unit. La nuova macchina sancisce la fine del ventennale matrimonio tra McLaren e Mercedes (che si tradusse anche in un’auto stradale, la Mercedes SLR-McLaren) e di un ritorno di fiamma con Honda. Si tratta per i due marchi, di un rinnovato accordo di partnership in Formula 1 che fu interrotto nel 1992, anno della McLaren MP4/7A (montava il V12 Honda RA122-E e fu guidata da Ayrton Senna e Gerhard Berger. Fu, inoltre, la prima McLaren con un cambio semiautomatico).

La MP4-30 sarà affidata a Jenson Button (campione del mondo 2009) e Fernando Alonso (campione del mondo 2005 e 2006).

Alonso: “Il nostro obbiettivo principale è imparare quanto più possibile dalla macchina nei test pre-campionato, capire tutto il “pacchetto” e ricavarne più performance possibile. Non sarà un processo semplice e immune da problemi ma siamo pronti!“.

MOTORE E TRASMISSIONE

L’Honda RA615H è un 6 cilindri a V di 90° con un peso di 145 kg. Ha la distribuzione bialbero con 4 valvole per cilindro, iniezione diretta di benzina e turbocompressore. Il motore termico è abbinato a un dispositivo MGU-K (motore elettrico equivalente al Kers, alimentato da batterie al litio e capace di sviluppare fino a 120 kW di potenza, circa 163 Cv) e un secondo motore elettrico (MGU-H) collegato direttamente al turbo.

Il motore è accoppiato a un cambio meccanico con attuatori elettroidraulici, abbinato a frizione in carbonio. Dispone di 8 marce + RM ed è alloggiato in una scatola in fibra di carbonio.

TELAIO

Il telaio consiste in una monoscocca in fibra di carbonio. Di questo materiale sono anche i triangoli delle sospensioni (con ammortizzatori a barre di torsione) e le parti di carrozzeria, alettoni inclusi.

Il peso della vettura, incluso il pilota, escluso il carburante, è di 702 kg.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.