Condividi

SARA’ L’ANNO DELLA RISCOSSA? FERRARI PRESENTA LA SF15-T, SECONDA MONOPOSTO DELLA RIGENERATA ERA DELLE FORMULA 1 TURBO E, SI SPERA, PRIMA MONOPOSTO FINALMENTE COMPETITIVA DOPO IL DISASTRO DELLA STAGIONE 2014 (ILLUMINANTI LE PAROLE DI LAUDA ALL’INIZIO DEL 2014: “LA F14-T E’ UNA MACCHINA DI M….). LA DENOMINAZIONE APPARE PIUTTOSTO CONVENZIONALE E, IN EFFETTI, LA VETTURA NON HA NIENTE DI RIVOLUZIONARIO. IL TEAM DEI PROGETTISTI  HA INFATTI LAVORATO AL MIGLIORAMENTO DI TUTTE LE PARTI PRINCIPALI DELLA MACCHINA DELL’ANNO SCORSO. MAURIZIO “PARTEMALE”: NELLE FOTO UFFICIALI IL TEAM PRINCIPAL DELLA SCUDERIA MAURIZIO ARRIVABENE E’ L’UNICO SENZA CRAVATTA (PILOTI A PARTE, NATURALMENTE). UNO STILE PIU’ RIGOROSO ED ELEGANTE AVREBBE DATO UN’IMMAGINE PIU’ RASSICURANTE? CHE CI FA LO SCUDETTO ALFA ROMEO SULLA PARTE POSTERIORE DELLE FIANCATE???

Ferrari ha presentato a Maranello la SF15-T (“Scuderia Ferrari 2015 Turbo”), la monoposto che Kimi Raikkonen e il neo-acquisto Sebastian Vettel cercheranno di portare (finalmente) al successo nella stagione che sta per aprire.

Nel suo comunicato ufficiale Ferrari parla di un generale “miglioramento” e di affinamento di tutti i componenti. Il nuovo musetto, più profondo, è il risultato dei regolamenti del 2015 e principale artefice di un’immagine stilistica migliore rispetto alla vettura dello scorso anno.

Ferrari dichiara di aver effettuato una serie di significativi miglioramenti a livello di telaio, di andamento dei flussi sul corpo vettura (per migliorare aerodinamica e raffreddamento di tutte le parti maggiormente in debito di aria fresca come freni e radiatori), di ottimizzazione della Power Unit (V6 1.6 Turbo con due generatori accessori di potenza), del sistema Brake-by-Wire (BBW) e delle gomme posteriori.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.