Condividi

ATTENZIONE A NEGARE A UN RICCO IL SUO GIOCATTOLO! PRESTON HENN, UN 85enne CAPARBIO COLLEZIONISTA AMERICANO DI FERRARI, TENTA DISPERATAMENTE DI ACQUISTARE UNA LAFERRARI APERTA. LA FERRARI EDUCATAMENTE RIFIUTA E LUI SI INKAZZA COME UNA BELVA: FA CAUSA A FERRARI NORD AMERICA PER DIFFAMAZIONE E CHIEDE I DANNI.

Quello di Preston Henn è un nome molto conosciuto nel mondo degli appassionati e collezionisti Ferrari. L’imprenditore della Florida, classe 1931, è innanzitutto il titolare del Fort Lauderdale Swap Shop, fondato nel 1963 come un Drive-in e cresciuto negli anni allargando la struttura con molti servizi. Oggi è una importantissima attrazione turistica della Florida. Nel mondo automobilistico, invece, è proprietario di una colossale collezione di automobili sportive, ivi incluse numerose Ferrari.

L’azienda della Rossa è esattamente l’argomento che ha portato alla ribalta l’85 enne di Hillsboro Beach: Henn ha tentato di acquistare una Ferrari LaFerrari Aperta. Per essere sicuro di entrare in possesso dell’esclusiva roadster di Maranello, ha spedito un assegno da 1 milione di Dollari, evidentemente l’acconto per “bloccare” la prenotazione del suo esemplare, direttamente a Sergio Marchionne.

Ma la sua strategia non è andata a buon fine e, anzi, si è visto restituire l’assegno: “Ci dispiace, già tutte vendute!”, hanno detto a Maranello.

L’URAGANO DELLA FLORIDA

Di fronte all’atteggiamento intransigente della Ferrari, che – a detta di Henn – non lo ha considerato qualificato all’acquisto della macchina, il miliardario è ricorso alle vie legali e ha fatto causa a Ferrari Nord America ponendo al giudizio del Tribunale della Florida. L’obbiettivo non è più quello di assicurarsi un esemplare della hypercar scoperta di Maranello. Henn, infatti, sta intentando una vera e propria causa per diffamazione, insistendo sul fatto che la sua onorata “carriera” di collezionista Ferrari (proprietario di numerosi modelli fin dal ’65: 275 GTB, 365 GTS/4 Daytona Spider, 512 BB, Testarossa, F40, F50, Enzo, 550 Barchetta, 575 Superamerica, FXX, 458 Speciale, 488 GTB e LaFerrari Coupé) gli riconoscerebbe un diritto oggettivo verso la LaFerrari Aperta.

Henn, quindi, chiede 75.000 Dollari di danni a Ferrari North America come risarcimento per il danno subito alla sua immagine, reputazione e professionalità verso amici, clienti e persone a lui collegate.

OCCHIO ALLA SENTENZA

E’ chiaro che se il Tribunale della Florida decidesse di “punire” un costruttore di automobili nell’esercizio della sua “discrezionalità” nello scegliersi i clienti, si creerebbe un importante precedente (nel sistema anglosassone vige il principio del Precedente Giudiziario Vincolante) nell’ambito della vendita di prodotti di consumo realizzati in serie limitata.

Fonte: Autoweek.com