Condividi

THE GRAND TOUR STARTED!

Per celebrare un simbolo del Made in Italy, si sono date appuntamento a Milano ben 350 Lamborghini provenienti da tutto il mondo: 4 su 10 sono auto storiche e 29 sono i Paesi rappresentati, dal Canada alla Nuova Zelanda. Si tratta del più grande raduno di sempre, per di più uffiicale, della Casa di Sant’Agata Bolognese, un omaggio a 50 anni di storia e di auto sportive straordinarie.

A Milano, presso la Fondazione Pirelli, si è tenuta la conferenza stampa di annuncio della partenza del Grand Tour a sottolineare la partnership che lega le due aziende fin dal 1963, anno della fondazione di Lamborghini.

Stephan Winkelmann, Presidente e AD di Lamborghini, ha sottolineato la caratteristica insita nel DNA del marchio Lamborghini: “cercare la sfida come trasmesso dallo spirito del fondatore Ferruccio Lamborghini“.

Partito da Piazza Castello a Milano, il mega-raduno è organizzato in un convoglio lungo circa 4 km per un totale di 190.000 Cv su strada.

La rappresentanza di partecipanti più corposa al Grand Tour Lamborghini è quella proveniente dal Regno Unito con 71 macchine.

Seguono Italia, Germania e Svizzera con oltre 30 auto ciascuna. A queste si aggiungono 21 auto targate USA e 17 cinesi. Ma anche Australia, Austria, Belgio, Canada, Francia, Hong Kong, Indonesia, Irlanda, Giappone, Kuwait, Libano, Liechtenstein, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Norvegia, Portogallo, Principato di Monaco, Singapore, Corea del Sud, Taiwan, Olanda, Tunisia e Ucraina.

Il conducente più giovane rappresenta la classe 1991 ed è arrivato dal Kuwait mentre il più anziano ha 75 anni ed è di nazionalità francese.

Tra le automobili storiche della Casa emiliana che seguiranno il percorso sono iscritte: 3 350GT, 5 400 GT, 17 Miura, 8 Espada, 2 Jarama, 6 Urraco, 15 Countach, 1 LM 002, 21 Diablo e 36 Murcielago.

Il numero record di auto iscritte spetta invece alla Gallardo, il modello Lamborghini di maggior successo di sempre, con 123 vetture registrate tra i partecipanti.

IL PERCORSO DEL GRAND TOUR

Prima destinazione del Grand Tour Lamborghini sarà Bobbio, anima della Val Trebbia, per poi terminare la prima giornata a Forte dei Marmi, una delle mete balneari più esclusive della costa tirrenica italiana.

Si giungerà il 9 maggio a Roma passando per la Base del 4° Stormo dell’Aeronautica Militare a Grosseto.

La mattina del 10 maggio si ripartirà in direzione di Bologna attraversando le città di Orvieto, Arezzo e San Giustino Valdarno.

Il 10 sera le vetture arriveranno in centro Bologna dove la città offrirà un benvenuto nella prestigiosa cornice di Palazzo Re Enzo.

La mattina successiva in Piazza Maggiore si svolgerà il Concorso di Eleganza Lamborghini 50° Anniversario che sarà aperto a tutte le auto storiche partecipanti al Giro – dalla prima 350 GT fino all’ultimo modello della Countach.

L’11 maggio il tour si concluderà a Sant’Agata Bolognese, sede della Casa del Toro.