Condividi

PER 10 CAVALLI IN PIU’. NISMO SBARCA IN EUROPA CON LA SORELLA “POVERA” DELLA JUKE-R. HA SOLO 10 CV IN PIU’ MA “NON FINISCE QUI”.

Il tanto di moda crossover sta conoscendo uno sviluppo della nicchia davvero consistente. La Range Rover Evoque sta riscuotendo grande successo e Mini ha intenzione di imporsi anche in questa categoria con la Paceman. Arriverà anche FIAT con una versione “rialzata” della 500L. Le battaglie sono aspre anche tra le versioni sportive, quelle particolarmente adatte al pubblico giovane, “affamato” di prodotti trendy ma anche con una forte carica passionale grazie all’estetica rinvigorita e ai cavalli. La Nissan Juke NISMO è il primo modello della gamma sportiva in vendita in Europa. Nissan annuncia che presto ci saranno ulteriori novità. La filosofia NISMO sarà fatta di modelli dall’estetica vistosa, dalla meccanica sofisticata ma sempre attenti all’efficienza.

CORPO VETTURA

La Juke Nismo è personalizzata con un nuovo scudo paraurti anteriore (i 5 cerchi classici sono sostituiti da una presa d’aria, i fari fendinebbia da due prese d’aria con luci a led), specchi con calotte rosse, minigonne, cerchi da 18″ (con pneumatici 225/45 R18), spoiler posteriore, nuovo scudo posteriore e un motivo rosso che percorre tutta la carrozzeria nella parte bassa.

Le modifiche estetiche non hanno una mera funzione decorativa ma sono il risultato di un processo di ottimizzazione dell’aerodinamica per consentire prestazioni più elevate. La Juke Nismo risulta più lunga di 30 mm (4165 mm), più larga di 5 mm (1.770 mm) e conserva altezza (1.565 mm) e naturalmente il passo (2.530 mm).

Nissan dichiara un peso di 1295 kg per Juke a due ruote motrici e 1441 kg per il modello 4WD, valori analoghi alle versioni di serie equivalenti.

MOTORE E TELAIO

Il 4 cilindri 1.6 turbo con iniezione diretta DIG-T (Direct Injection Gasoline Turbocharged), è stato ottimizzato attingendo alla tecnologia del prototipo Nissan DeltaWing. Potenza e coppia passano rispettivamente da 190 CV (140 kW) a 200 CV (147 kW) e da 240 a 250 Nm. Anche la scocca risulta modificata nell’assetto (più rigido) e nella risposta dello sterzo (sportivo), ora più diretto.

TRASMISSIONE

La Nissan Juke Nismo  sarà in listino in versione con trazione anteriore o con quattro ruote motrici. La Juke Nismo 4WD è equipaggiata con trazione integrale a gestione elettronica Nissan ALL MODE 4×4-i e accoppiata al Nissan TVS (Torque Vectoring System), un sistema di controllo elettronico della trazione che ottimizza la motricità riducendo i fenomeni di deriva del corpo vettura. Questo ripartisce la coppia fra le ruote anteriori e posteriori – fino a un massimo di 50:50 – ma anche fra i due lati dell’assale di coda.

ABITACOLO

Gli interni della Juke Nismo sono caratterizzati da sedili sportivi in Alcantara con supporti laterali in camoscio e cuciture rosse (come sulla leva del cambio), strumentazione di colore rosso, volante in pelle e Alcantara con tacca rossa “a ore 12”, pedaliera in metallo, elementi della plancia in nero lucido.

L’allestimento comprende: Nissan Connect: sistema di infotainment con navigatore satellitare con funzionalità avanzate (software di navigazione “Send to Car” con caricamento a bordo degli itinerari pianificati sul PC di casa e Google Points of Interest). NDCS (Nissan Dynamic Control System): dispositivo di controllo della configurazione di alcuni parametri (mappatura della farfalla, la taratura dello sterzo e i punti di innesto del cambio CVT di Juke Nismo 4WD) per impostare la guida su una condotta efficiente (“Eco”) o sportiva (“Sport”).

PRESTAZIONI

Juke Nismo con trazione anteriore e cambio manuale a sei rapporti scatta sullo 0-100 in 7″8 e tocca 215 km/h. Nissan dichiara un consumo medio di 6,9 l/100 km e 159 g/km di CO2, esattamente come sulla Juke con motore turbo “standard”.

La Juke con 4WD e cambio automatico CVT è un po’ più lenta: 0-100 in 8″2, 200 km/h di punta massima, 7,4 l/100 km nel ciclo combinato e 169 g/km di CO2. 1999: La Nissan Skyline GT-R (R34) vince il Campionato GT in Giappone2003: La Nissan Skyline GT-R (R34) vince il Campionato GT in Giappone

NISMO In Europa è ancora poco conosciuto ma NISMO, Nissan Motorsports International Co. Ltd, è la depandance sportiva di Nissan.Nel lontano 1964 la Prince Motor Company, un marchio automobilistico giapponese nato dalla conversione della ex Tachikawa Aircraft Company (che produsse aerei da guerra durante la seconda Guerra Mondiale) in una nuova azienda produttrice di automobili, decise di aprirsi al mercato delle auto sportive.Dal corpo vettura della berlina di lusso Gloria prelevarono il suo 6 cilindri due litri e lo installarono nella Skyline allungando il passo. Nacque la Prince Skyline 2000GT (S54) auto molto veloce in gara, prodotta in 100 esemplari.Nel 1966 la Prince fu acquisita dalla Nissan, che fece della Skyline il suo modello sportivo di punta e per le competizioni, dove ottenne numerosi successi in particolare dal ’69, anno del lancio del marchio GT-R con una berlina e poi una coupé denominata KPGC-10. Alleggerite per competere su circuito, le due fanno incetta di vittorie, totalizzandone 50 tra il ’69 e il ’72.L’attività sportiva di Nissan era originariamente suddivisa in due reparti, uno dedicato ai privati e uno alle scuderie. Nel 1984, si decise per l’unificazione dei dipartimenti con la creazione della Nissan Motorsports International Co. Ltd, meglio conosciuta come NISMO.NISSAN & NISMO 1986:Nissan partecipa per la prima volta alla 24 Ore di Le Mans 1988: nasce la prima vettura da corsa Nissan, la Saurus. Viene organizzato un campionato monomarca. 1989: nasce la Nissan Skyline R32. Equipaggiata con trazione integrale e 4 ruote sterzanti, fu prodotta in versione da corsa GT-R e ottenne numerosi successi, soprattutto nell’Australian Touring Car Championship dove era nota con il soprannome di Godzilla. 1991: La Nissan Skyline GT-R (R32) ottiene il 1° posto assoluto per alla 24 Ore di Spa. 1994: Nasce la Nissan Skyline GT-R R33. Nismo introduce la versione V-Spec (che sta per Victory Specification). 1995: La Nissan Skyline GT-R R33 è la prima auto di serie a scendere sotto il tempo di 8 minuti al Nurburgring. Alla 24 Ore di Le Mans conquista il 10° posto assoluto 1998: la Nissan R390 GT1 conquista il terzo posto alla 24 Ore di Le Mans. Nasce la Nissan Skyline GT-R R34 1999: La Skyline GT-R R34 vince il campionato GT in Giappone 2003: La Skyline GT-R R34 vince il campionato GT in Giappone 2008: nasce la Nissan GT-R R35, attualmente in listino.
Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.