Condividi

PERCHE’ SOLO 35 CAVALLI IN PIU’?!? RISPOSTA: PERCHE’ C’E LA PEUGEOT RCR-Z CHE RAPPRESENTA IL TOP DI GAMMA E PERCHE’ NON E’ NECESSARIA MAGGIORE POTENZA PER ANDARE PIU’ FORTE. BASTA AVERE MIGLIORI GOMME, MIGLIORE ASSETTO E, SE PROPRIO VOGLIAMO RAGGIUNGERE LA PERFEZIONE, MIGLIOR CAMPANATURA. CERTO CHE SE CI FOSSERO STATI ANCHE 100 CHILI IN MENO…

Peugeot strizza l’occhio ai piloti-della-domenica, quelli che nel dì di festa sentono il richiamo della pista e considerano il track day come il vero momento di guida di tutta la settimana.

La Peugeot RCZ Racing Cup Replica si ispira direttamente alla vettura che corre il Trofeo RCZ Racing Cup ma, più in generale, dimostra come, con pochi accorgimenti, sia possibile avvicinare la Peugeot RCZ stradale alla vettura da corsa che ha “osato” sfidare anche il Nurburgring correndo la sua massacrante 24 Ore.

Questa versione è stata sviluppata dalla 2T Course et Reglage per conto della Lug Prince & Decker, l’azienda responsabile della gestione di alcune delle vetture impegnate nel campionato monomarca con le Peugeot RCZ.

MODIFICHE MECCANICHE

Con una nuova centralina (30 cavalli in più) e l’impianto di scarico fornito dalla Supersprint (con catalizzatore centrale metallico) che fornisce altri 5 Cv, la potenza del motore della RCZ THP 1.6 cresce da 200 a 235 Cv.

Per rendere la sonorità del motore più caratteristica il turbocompressore è stato integrato con una valvola pop off di gestione della pressione di sovralimentazione in eccesso. Quando si rilascia di colpo il pedale del gas questa produce un caratteristico suono di sfiato, tipico delle auto da competizione.

Sono stati eseguiti anche alcuni interventi mirati sull’assetto (ammortizzatori Ohlins “Road and Track “ con taratura specifica e valvola a doppio flusso Dual Flow Valve che crea le stesse caratteristiche sia in fase di estensione sia in quella di compressione) e impianto freni (dischi anteriori da 355 mm con pinze a 6 pompanti).

ESTETICA E ABITACOLO

La Peugeot RCZ Racing Cup Replica presenta una colorazione bianca (anche le ruote) con serigrafie rosso/blu/giallo/azzurro ricavate dai colori Peugeot Sport, una grande ala posteriore regolabilecalandra e dei retrovisori esterni di colore nero.

All‘interno la versione “replica” della Peugeot RCZ da corsa presenta audaci accostamenti di pelle nera ed Alcantara® rossa sui sedili e i pannelli porta, volante rivestito in Alcantara (con mirino e cuciture di colore giallo) ma conserva il suo allestimento: clima bizona, navigatore satellitare, impianto audio con controlli sul piantone dello sterzo e cruise control.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.