Condividi

L’INSOSTENIBILE LIBIDINE DI 12 CILINDRI. PROBABILMENTE ANCHE UNA ZASTAVA, UNA TRABANT O UNA LADA NIVA,  CON UN 12 CILINDRI, DIVENTEREBBERO AUTO TRA LE PIU’ DESIDERABILI DEL MONDO. IL V12 LO SI AMA E BASTA. ROLLS-ROYCE RENDE OMAGGIO A QUESTO STRAORDINARIO E ICONICO PROPULSORE CON UNA VERSIONE IN SERIE LIMITATA PER GHOST E GHOST CON PASSO LUNGO.

Con l’eleganza e la sobrietà che contraddistingue lo stile del Paese in cui nasce, Rolls-Royce celebra il componente forse meno importante della sua regale stazza (se non per muoverla!) e, nondimeno, così lontano dall’atmosfera di assoluto prestigio del suo blasone: il motore. Non un motore qualsiasi: il motore 12 cilindri 6,6 litri che equipaggia Ghost e Ghost LWB.

Torsten Müller-Ötvös, Chief Executive, Rolls-Royce Motor Cars: “fin dalla sua presentazione, nel 2009, la Rolls-Royce Ghost ha rappresentato uno straordinario matrimonio tra portamento e caratteristiche di guida per una nuova generazione di businessman e signore con grande gusto e molto esigenti“.

I clienti che acquisteranno una Rolls-Royce Ghost V-Specification avranno a disposizione 30 Cv in più dal suo V12: 600 Cv in totale.

Le V-Specification si distinguono per la il motivo decorativo che circonda tutta la carrozzeria, la cui armonia è “spezzata” dalla V stilizzata. Inoltre sono stati elaborati 5 colori di carrozzeria dedicati (grigio Grafite, nero Zaffiro, nero Kirsch, bianco Arctic e nero Infinity) e, optional, scarichi posteriori “a vista” e ruote in lega da 21″.

La personalizzazione continua in abitacolo, dove la V stilizzata è presente sui brancardi, il poggiabraccio posteriore e il pannello che copre lo schermo al centro della plancia. L’orologio posto sul lato passeggero della plancia, infine, presenta un nuovo design specifico.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.