Condividi

UNA CAREZZA IN UN PUGNO. BELLA, MAESTOSA, SEXY, POSSENTE, VELOCISSIMA, ASTON FINO AL MIDOLLO. IN QUESTO E’ UNA CAREZZA. D’ALTRA PARTE LA DB11 VUOLE ESSERE UN PUGNO PER LA CONCORRENZA E INAUGURARE IL NUOVO CORSO DELL’ASTON MARTIN, DICHIARATO CON ENERGIA DAL CEO ANDY PALMER DURANTE LA CONFERENZA. LA NUOVA COUPE E’ PROTAGONISTA ASSOLUTA INSIEME A UN SUPERBO ESEMPLARE DI DB5 (IL TELAIO DB5/1444/R). NUOVO TELAIO, NUOVO MOTORE V12 BITURBO, OLTRE 600 CAVALLI MA ANCHE ATTACCHI ISOFIX PER I MARMOCCHI.

L’erede dell’Aston Martin DB9, la nuova DB11 è una macchina nuova al 100%, frutto di un progetto completamente inedito che – dopo un lungo periodo di sostanziale immobilismo tecnico – permette al brand di entrare nel vivo del suo “secondo secolo” di produzione. Sono state 3 le linee guida seguite: nuovo telaio, nuovo motore, nuova elettronica (sviluppata da Daimler: a questa si deve, in particolare, il grande schermo della strumentazione, 12 pollici TFT, e quello da 8 a centro plancia, governabile anche con un touch-pad optional).

Marek Reichman e il suo team di designer hanno creato una vettura innovativa nel design seppure fedele alla tradizione. Le forme iconiche del tipico frontale Aston, con l’irrinunciabile calandra, caratterizzano il frontale. Osservando i 474 cm della sua lunghezza si nota il passo lungo, il muso lunghissimo e la coda molto piccola e raccolta, contraddistinta da forme futuriste, in aperta antitesi con la classicità dell’anteriore.

Il telaio è completamente in alluminio e il passo, allungato di 65 mm rispetto alla DB9, ha permesso l’installazione del propulsore in posizione più centrale. Sotto il cofano, tradizionalmente in posizione anteriore, pulsa un nuovo 12 cilindri di 5,2 litri con 2 turbo: produce 608 Cv di potenza e 700 Nm di coppia, per uno scatto sullo 0-100 in soli 3″9 e 322 km/h di velocità a dispetto di forme fluide e completamente prive di superfici alari. La trazione posteriore (con Torque Vectoring), è governata da un cambio automatico ZF a 8 marce.

Questa grandiosa coupé 12 cilindri britannica, 2+2 e con attacchi ISOFIX, è equipaggiata anche con Start-Stop, sistema di disattivazione cilindri e dispositivo per la modifica dei settaggi di bordo secondo tre logiche: GT, Sport e Sport Plus.

Il prezzo di vendita si avvicina a 205.000 euro.

speciale-geneva-2016-logo-0-100-small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2016