Condividi

LA MACCHINA CONTEMPLATIVA. LA REGOLA, OGGI, PER FARE UNA BUGATTI, E’ CHE NON CI SONO REGOLE: TANTO E’ STATO FAMOSO ETTORE BUGATTI E TANTO SUCCESSO HA DATO AL SUO MARCHIO (SIA TRA NELLE CORSE SIA TRA I CLIENTI DI MODELLI STRADALI) CHE OGGI, IN UN’EPOCA IN CUI SI PUO’ SOLO MIGLIORARE TUTTO QUANTO E’ STATO GIA’ INVENTATO, UNA BUGATTI MODERNA DEVE, PER FORZA, SUSCITARE INCREDULITA’.

Nello stand della Bugatti tutti vogliono sedersi e scattarsi un selfie con la nuova imperatrice assoluta del Salone di Ginevra 2016: la Chiron. E’ una Veyron matura, è la Type 57 Atlantic del XXI secolo, è una sfera di bronzo di Arnaldo Pomodoro con quatto ruote.

Difficile non rimanere esterrefatti di fronte all’enorme complessità tecnica che sottende il suo progetto: telaio monoscocca in fibra di carbonio con caratteristiche simili a quelle di una macchina da corsa per la classe LMP1, sospensioni direttamente ancorate alla scocca con ammortizzatori a controllo elettronico, motore 16 cilindri a W con 4 turbo (a funzionamento sequenziale) più potente del 25% rispetto alla Veyron (1.500 cavalli, 1.600 Nm), trazione integrale, cambio a doppia frizione con 7 marce, aerodinamica attiva, pneumatici posteriori da 355 mm battistrada.

La carrozzeria ha inequivocabilmente i volumi, le proporzioni e l’aspetto di una scultura: ricca di richiami alle Bugatti del passato è stata modellata dall’esigenza di massima funzionalità (l’aria accarezza le sue forme e attraversa la sua meccanica al puro scopo di darle stabilità e raffreddare 10 radiatori).

Pesa 1.995 kg, brucia lo 0-100 in “meno” di 2,5 secondi, lo 0-200 in 6″5 e raggiunge (autolimitati!) 430 km/h.

speciale-geneva-2016-logo-0-100-small

Gli Speciali di 0-100.it: Salone di Ginevra 2016

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.