Condividi

La SSC Ultimate Aero, “disturba-Veyron”, verrà ricordata come l’unica “americanata” in grado di trascorrere “un po’ di tempo” avanti alla Bugatti Veyron. Allorché la problematica coupé 16 cilindri quadri-turbo voluta da Ferdinand Piech cetificò il suo record (“velocità massima consentita dichiarata: 407 km/h), la SSC Ultimate Aero riuscì a spuntarla con 411 km/h ufficiali.

Poi venne la Veyron Super Sport: James “Captain Slow” May della trasmissione Top Gear raggiunse 415 km/h sul circuito di  Ehra-Lessien, in bassa Sassonia. Quello stesso giorno, però, un collaudatore Bugatti superò 430 km/h.

Solo 5 esemplari
Per concludere questa straordinaria avventura, SSC annuncia la commercializzazione di una serie limitata della Ultimate Aero: la SSC Ultimate Aero XT verrà prodotta in soli 5 esemplari prima di portare il marchio al punto di partenza di una nuova avventura con la SSC Tuatara.

Per caratterizzare ancora di più la Ultimate Aero XT, SSC ha deciso di introdurre alcune soluzioni che saranno presenti anche sulla Tuatara stessa: motore 8 cilindri biturbo da 1.300 Cv, cambio semiautomatico a 7 marce, impianto frenante.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.