Condividi

3.000 CAVALLI: CHI SARA’ IL PRIMO? NON ESISTONO, A MEMORIA D’UOMO, FERRARI 288 GTO FINITE NELL’OFFICINA DI UN TUNER. SULL’F4O OSO’ METTERCI LE MANI SOLO HAMANN (E DA 478 CV SI PASSO’ A 750). ORA CHE I MATTI PREPARATORI TEDESCHI, AMERICANI E GIAPPONESI HANNO A DISPOSIZIONE UNA VERA CAFFETTIERA, UN PRODOTTO CONSUMER DESTINATO A FORTE SVALUTAZIONE, TUTTO POTRA’ ACCADERE. E CON I TURBO, BASTA UNA GOCCIA PER PROVOCARE UN’ESPLOSIONE ATOMICA. ALPHA-N PERFORMANCE, AD ESEMPIO…

La Ferrari 488 GTB è ufficialmente entrata nel vortice dei tuner tedeschi. I quali sanno benissimo che grazie alla nuova configurazione meccanica del motore (V8, 3,9 litri e, soprattutto, 2 turbocompressori) la capacità di ottenere cavalli è praticamente infinita.

Alpha-N Performance GmbH di Bad Neuenahr, uno dei primissimi a produrre un tuning sulla nuova berlinetta a motore centrale di Maranello, dimostra come un grande risultato sia ottenibile con ben poco sforzo.

Il tuner tedesco, infatti, dichiara che la potenza massima cresce da 670 a 779 Cv esclusivamente grazie a una nuova EPROM per la centralina motore. La coppia massima, invece, cresce da 760 Nm al nuovo picco di 860.

Il modulo EVOX è proposto al prezzo di 2.999 euro, cifra per la quale la coupé V8 biturbo di Maranello raggiunge la stessa potenza della Ferrari F12tdf.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.