Condividi

E ADESSO ?!? JEREMY CLARKSON E’ UFFICIALMENTE FUORI DALLA BBC E DA TOP GEAR. IL SUO CONTRATTO, IN SCADENZA IL 31 MARZO, NON SARA’ RINNOVATO. LO SCORSO 4 MARZO (SEMBRA PER UNA CENA NON GRADITA) AVREBBE PICCHIATO E INSULTATO RIPETUTAMENTE IL PRODUTTORE DI TOP GEAR. IMMEDIATA LA SOSPENSIONE E UN’INCHIESTA INTERNA, CHE HA ACCERTATO LE SUE RESPONSABILITA’. L’AZIENDA PENSA A COME “RINNOVARE” PROFONDAMENTE IL PROGRAMMA PER IL 2016. NON CONFERMATA LA PRESENZA ANCHE DI JAMES MAY E RICHARD HAMMOND

Tony Hall, Direttore Generale della BBC, ha ufficialmente confermato che il contratto di Jeremy Clarckson (in scadenza il 31 marzo) non sarà rinnovato all’indomani dei gravi fatti avvenuti recentemente.

Tony Hall: “Questa decisione non è stata presa con leggerezza e riconosco che ciò provocherà divisioni al’interno dell’opinione pubblica. Tuttavia è stato oltrepassato un limite. Non può esserci una regola per un individuo e un’altra dettata da gerarchia aziendale, public relation o considerazioni di natura commerciale. Non posso lasciare che passi inosservato quello che è successo quest’ultima volta!“.

In ogni caso – ha aggiunto Lord Hall – questa decisione prescinde dallo straordinario contributo che Jeremy Clarkson ha dato alla BBC. Sono sempre stato un grande fan di Top Gear e del suo lavoro“.

I FATTI

Lo scorso 10 marzo, si ricorderà, l’anchorman di Top Gear era stato sospeso per una aggressione contro Oisin Tymon produttore di Top Gear (si parlò di una vera e propria rissa scatenata da Clarckson). Secondo le testimonianze i fatti sono successi il 4 marzo al Simonstone Hall Hotel nello Yorkshire.

Dopo i fatti è stata aperta un’inchiesta interna diretta da Ken MacQuarrie, responsabile BBC Scotland. Secondo le sue conclusioni, sentiti i testimoni, Tymon è stato oggetto di un’aggressione fisica e verbale (quest’ultima definita “prolungata”) da parte di Clarkson costringendolo a cure mediche. Questi si sarebbe infuriato perché dopo una giornata di riprese non gli è stato servito un pasto di suo gradimento. Nei giorni successivi Clarkson ha tentato, con numerose iniziative, di scusarsi per l’accaduto.

La reazione del pubblico non è tardata: si è scatenata la solidarietà dei fan di Top Gear (e anche quella dello stesso primo Ministro inglese David Cameron) e creata una raccolta firme con oltre 1 milione di sostenitori che chiedevano il reintegro di Clarkson nel team con James May e Richard Hammond.

TOP GEAR? CONTINUERA’

La BBC dichiara che nonostante tutto Top Gear (uno dei due programmi più popolari della BBC e capace di attirare investimenti di oltre 50 milioni di sterline) continuerà mentre Clarkson sarà certamente al centro di una straordinaria guerra di proposte da parte degli editori di tutto il mondo.

Non è ancora confermato che Richard Hammond e James May faranno ancora parte del programma in futuro.

Tony Hall ha dichiarato di aver chiesto a Kim Shillinglaw, controller di BBC Two e BBC Four, di accettare la sfida per un profondo rinnovamento di Top Gear nel 2016 ma, prima ancora, di pensare a come trasmettere le ultime tre puntate della serie 2015 del programma, inizialmente tolte dalla programmazione dopo la sospensione di Clarkson.

Si spegono, nel frattempo, le speculazioni che vedrebbero il DJ Chris Evans al posto di Jeremy Clarkson per le prossime puntate. “Non solo non è vero – ha dichiarato Evans – ma non ha assolutamente senso!

 

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.