Condividi

MONZA AROUND THE CLOCK. NELLA WTCC OSCARO RACE OF ITALY SULLA PISTA BRIANZOLA E’ STATA LOTTA SENZA ESCLUSIONE DI COLPI. DOPO DUE APPUNTAMENTI E QUATTRO GARE LE FORZE IN CAMPO SONO ALLO STESSO LIVELLO. LE BERLINE DA CORSA, GUIDATE AL LIMITE E, LETTERALMENTE, IN VOLO SUI CORDOLI, HANNO CREATO SPETTACOLO CON TANTI DUELLI AL LIMITE IN UN CONTESTO DI GRANDE COMPETITIVITA’. TIAGO MONTEIRO, PILOTA DELL’HONDA RACING TEAM JAS, CONSERVA E CONSOLIDA LA LEADERSHIP IN CLASSIFICA GENERALE GRAZIE A DUE PODI CONQUISTATI CON LA CIVIC TYPE-R. MA LE VOLVO S60 POLESTAR UFFICIALI NON MOLLANO.

Il combattuto weekend di Monza ha regalato successi alterni ai contendenti del World Touring Car Championship, giunto in Italia per la seconda prova dopo la gara di esordio in Marocco. A conclusione dell’appuntamento sulla pista Brianzola, nonostante la vittoria di Tom Chilton con la Citroën C-Elysée WTCC del team Sébastien Loeb Racing nella Opening Race e il successo di Thed Bjork (Volvo S60 della Volvo Polestar) nella Main Race il portoghese Tiago Monteiro, pilota del team Honda Racing Team JAS, sempre sul podio nelle due prove, ha consolidato la sua posizione di leadership in classifica generale (85 punti) su Bjork, secondo a 15 lunghezze di distacco.

QUALIFICHE E MAC 3

Le ostilità sono iniziate già sabato con la determinazione della griglia di partenza per la Opening Race di domenica mattina e, soprattutto, il MAC3.

Nelle tre prove di qualifica consecutiva le Volvo si sono comportate egregiamente entrando tutte e tre nella terza tornata, in cui si è creato lo schieramento. Thed Bjork è stato un fulmine nella Q3 (tempo finale: 1’52″505), battendo la Civic WTCC del Castrol Honda World Touring Car guidata da Tiago Monteiro. Rob Huff, con la Citroën C-Elysée WTCC del ALL-INKL.COM Münnich Motorsport, si è classificato terzo e, al suo fianco, Nicky Catsburg con la Volvo S60 Polestar.

il Manufacturers Against the Clock ha visto impegnati i team al gran completo di Honda e Volvo in una prova speciale costruita sulla falsariga del Tour de France ciclistico. Al termine delle qualifiche, le Volvo S60 sono partite allineate sulla linea del traguardo e hanno compiuto due giri (il cronometro si è fermato non appena l’ultima di esse ha completato due tornate). Le tre Honda Civic Type R ufficiali hanno seguito ma, a conclusione della prova le vetture svedesi di Thed Bjork, Nestor Girolami e Nicky Catsburg hanno inflitto un distacco di 2″004 alle vetture giapponesi di Tiago Monteiro, Norbert Michelisz e Ryo Michigami.

OPENING RACE (9 GIRI)

Nella prima delle due prove sulla distanza di 9 giri le fasi iniziali sono state concentrate sulla lotta di testa tra Mehdi Bennani (Sébastien Loeb Racing) e Norbert Michelisz (Honda Racing Team JAS) che hanno strappato la leadership in gara a Tom Coronel (Chevrolet RML Cruze TC1). Ma al terzo giro i due piloti, toccatisi alla staccata della Parabolica e portatisi fuori pista, hanno permesso a Tom Chilton, compagno di scuderia di Bennani, di balzare al comando con la sua Citroën C-Elysée WTCC.
Rob Huff (ALL-INKL.COM Münnich Motorsport), partito dall’ottavo posto, è risalito fino al secondo insidiando Chilton, che però si è tenuto dietro il suo connazionale. Terzo al traguardo Monteiro con la Honda Civic WTCC.

MAIN RACE (11 GIRI)

Partito dalla poleposition Thed Björk, con la Volvo S60, ha perso la testa della corsa ai danni di Tiago Monteiro, passato primo con la Honda Civic Type R. Lo svedese, tuttavia, non ha desistito, riuscendo a infilare l’avversario e a riguadagnare la leadership e a mantenerla nonostante gli attacchi di Monteiro, giunto secondo al traguardo.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.