Condividi

PRIMA DI LEI SOLO LA ONE-77. ASTON MARTIN METTE IN PENSIONE LA V12 VANTAGE E INTRODUCE LA V12 VANTAGE “S”: NUOVO MOTORE AM28, 573 CV, 620 NM, 330 KM/H.

Nettamente migliore una Vantage V12 e più veloce di qualsiasi altra Aston Martin prodotta fino a questo momento. Esclusa l’inarrivabile One-77 7.3.

Ulrich Bez, CEO di Aston Martin prossimo alla pensione, descrive la nuova Aston Martin V12 Vantage S (che sostituisce la V12 Vantage) come un’auto estrema ma intrisa di tutto il carisma, la personalità, lo stile, l’eleganza e l’esclusività che ci si potrebbe aspettare da un’Aston.

MOTORE, CAMBIO, SOSPENSIONI, SCARICO, STERZO

Il DNA ultra sportivo del brand è nel suo nuovo motore 12 cilindri siglato AM28. E’ dotato di camere di scoppio fresate a controllo numerico e alberi a camme cavi, esattamente come in un’auto da corsa. Esprime 573 Cv (contro i precedenti 510) e 620 Nm di coppia massima a 5.750 giri (contro 570 nella precedente versione V12 Vantage).

Questo motore è abbinato a un’altra significativa novità: il nuovo cambio robotizzato Sportshift™ III AMT sviluppato dalla Ricardo, a 7 marce + RM. Si tratta di un’evoluzione della trasmissione attualmente montata sulla V8 Vantage S, dotato di cambi di marcia notevolmente più veloci e di 25 kg di peso in meno. Si tratta, inoltre, della stessa trasmissione montata sulla Aston Martin CC100 Speedster Concept, conosciuta anche come DBR 100, presentata al Concorso d’Eleganza di Villa d’Este 2013.

Le sospensioni, un’altra primizia della gamma Vantage, hanno per la prima volta il controllo attivo dell’assetto. Attraverso un pulsante è possibile scegliere tre differenti tipi di molleggio: ‘Normal’, ‘Sport’ e ‘Track’. Il sistema è collegato all’elettronica del motore, che modifica anche la farfalla di aspirazione, velocità di cambiata, sonorità dello scarico e sterzo. Quest’ultimo, aggiornato rispetto al precedente, ha un rapporto di demoltiplicazione più elevato e offre due tipi di servoassistenza.

L’impianto di scarico proviene dalla One-77: rispetto all’impianto montato sulla V12 Vantage è più piccolo, più leggero e con una sonorità elettrizzante.

STILE INCONFONDIBILE

L’estetica dell’Aston Martin V12 Vantage S, muscolosa ma molto compatta, è accentuata dalla nuova mascherina, ispirata alla CC100, e le nuove ruote in lega con 10 razze. L’esemplare di queste immagini, inoltre, presenta la nuova vernice bicolore fatta di giallo e nero (tetto e parte del baule).

All’interno ci sono nuovi sedili sportivi con guscio in carbonio, due tipi di pelle a scelta (Luxmill o semi-aniline) in abbinamento all’Alcantara. Per i più smaliziati e appassionati è possibile caratterizzare l’abitacolo ancora di più con il Carbon Fibre Interior Pack che prevede inserti in fibra di carbonio e, per la prima volta su una Vantage, pedaliera nera.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.