Condividi

UNA SCELTA DI CAMPO. DALLA PUBBLICAZIONE DELLA CLASSIFICA DEI 50 SUV E CROSSOVER PIU’ VENDUTI IN ITALIA, FACCIAMO UN PASSO AVANTI: PARTIAMO DAL FONDO DELLA CLASSIFICA E RISALIAMO ALLA RICERCA DI QUELLI POCO CONSIDERATI DALLE PREFERENZE DEI CLIENTI MA NON MENO INTERESSANTI SUL PIANO DELLA PROPOSTA (PER STILE, CONTENUTI, IMMAGINE E PREZZO).

In Italia il mercato dei crossover due ruote motrici vale quasi un sesto del comparto complessivo ed è il secondo segmento per unità vendute in Italia. Nel mercato attuale, dove l’auto è un “vestito” che ti devi sentire cucito addosso, il coinvolgimento emozionale che ti “deve” scatenare un’auto è una motivazione tanto importante quanto il prezzo finale. Il SUV-Crossover, giovane, moderno e trendy, ha in più la caratteristica percepita della “robustezza“, un plus che aumenta la consapevolezza di un veicolo decisamente più sicuro.

I CROSSOVER PIU’ DESIDERATI

Non ce n’è: sua maestà la Nissan Qashqai (l’attuale generazione ha visto la luce a inizio 2014 ) è il crossover più venduto in Italia sia alla fine dello scorso giugno, sia dall’inizio dell’anno 2015. Al secondo, terzo e quarto posto si posizionano tre modelli di più piccole dimensioni e non necessariamente appartenenti all’ambita fascia Premium. Grazie a campagne di comunicazione particolarmente aggressive ed efficaci, sono riuscite a imporre la propria personalità e a stuzzicare adeguatamente la clientela. Con la 500X, la Jeep Renegade condivide la stessa meccanica e porta con sé, finalmente, un’immagine più europea e misura di questa categoria di cliente. Il quinto posto è assolutamente meritato. Il risultato della Dacia Duster, poi, conferma la vincente policy tesa a massimizzare il rapporto prezzo/qualità. Al nono posto si inserisce di diritto il più trendy e desiderato tra i crossover medio-piccoli: la versione “rialzata” della Mini è indubbiamente un must che qualifica l’immagine del cliente.

2016: USCITE DAL CORO!

Il bello è prendersi, alle volte, il lusso di decisioni controcorrente provando ad astrarsi dal “flusso” di desideri e bisogni indotto dalla principale corrente di gusti vigente e provando a risalire verso la sorgente, alla ricerca di qualcosa di diverso. In altri termini, perché non uscire dal coro della clientela che anima i primi dieci posti della sopraccitata classifica?

Tra i crossover di categoria media, quelli che necessitano di una spinta più energica, il 2016 sarà un anno ricco di sfide. La Mazda CX5, non entra nemmeno nella classifica dei 50 SUV più acquistati, preferendo a lei la più piccola CX3. E’ in listino a partire da poco più di 26.000 Euro, disponibile con motore 2.0 benzina da 165 Cv (cambio meccanico o automatico, trazione anteriore o integrale) o turbodiesel da 150 o 175 (stesso layout). La forte insistenza di Mazda con il colore rosso le dona, con le grandi superfici in plastica a contrasto, una personalità che incuriosisce. E’ disponibile con motore benzina da 120 Cv o 150 Cv o Turbodiesel da 105. La Volvo XC60 merita di essere citata essendo, la generazione attuale, prossima a “fine vita”. Questo modello, infatti, non è ancora “nel mirino” del management della casa Svedese, impegnato con la grande XC90 e da poche settimane, con la nuovissima ammiraglia S90. Ma a fine anno dovrebbe essere presentato un modello completamente nuovo, ispirato alla sorella maggiore. Attualmente i prezzi della XC60 partono da 38.900 euro e comprendono tre motorizzazioni: D3 da 150 Cv, D4 da 190 Cv e D5 da 220 Cv. Disponibili sia la trazione anteriore sia integrale, cambio manuale o meccanico. La Mistubishi ASX 2016, al 32esimo posto della classifica del 2015, è in listino dal 2010 ma prosegue una politica di discreto successo grazie all’immagine understatement (5 anni di garanzia). L’attuale terza generazione (motori benzina da 117 Cv, Turbodiesel da 114 o 150 Cv, GPL da 117 Cv; prezzi a partire da 20.000 euro; e sul sito pezzidiricambio24.it sono disponibili un vasto assortimento di componenti) verrà sostituito da un facelift in arrivo in Italia il prossimo autunno (e nel 2019 sarà presentata una ASX completamente nuova, ispirata alla concept eX vista al Salone di Tokio dello scorso novembre). Su quella stessa base meccanica Citroen propone la C4 Aircross (prezzi da 24.350 euro, a listino solo con motore 1.6 HDI da 115 Cv e trazione anteriore o integrale) o, per chi è alla ricerca di un prodotto ancora più conformista dal punto di vista del design, la C4 Cactus (leggi il test drive di 0-100.it della 1.6 HDI). Meno classica e di gusto decisamente più moderno è la Honda CR-V, caratterizzata da forme oltremodo complesse ed elaborate alla ricerca di definire un’immagine molto sofisticata. Lo si vede soprattutto nella forma del frontale e nalla particolare architettura della coda, dove contrasta il vetro laterale posteriore ad arco con la forma curva del lunotto, incorniciato dalle luci. Molto interessante, su questo modello, il motore Turbodiesel 1.6 I-DTEC con 160 Cv e cambio automatico a 9 rapporti (ci sono anche due versioni benzina: 1.6 e 2.0; prezzi a partire da 24.900 euro).

LA CLASSIFICA COMPLETA DEI SUV-CROSSOVER PIU’ VENDUTI IN ITALIA NEL 2015

1° Nissan Qashqai 27.200 unità
2° Opel Mokka 25.090 unità
3° Fiat 500X 24.176 unità
4° Renault Captur 23.469 unità
5° Jeep Renegade 21.907 unità
6° Dacia Duster 20.964 unità
7° Peugeot 2008 19.212 unità
8° Kia Sportage 16.426 unità
9° MINI Mini Countryman 11.135 unità
10° Hyundai ix35 10.708 unità
11° Ford EcoSport 10.471 unità
12° Audi Q3 9.411 unità
13° Nissan Juke 8.611 unità
14° Volkswagen Tiguan 8.610 unità
15° Ford Kuga 8.438 unità
16° Mercedes-Benz Classe GLA 8.242 unità
17° Land Rover Range Rover Evoque 7.833 unità
18° Toyota RAV4 2012 6.829 unità
19° Suzuki S-Cross 4.931 unità
20° Audi Q5 4.845 unità
21° Suzuki Vitara 4.398 unità
22° Volvo XC60 4.356 unità
23° BMW X3 4.090 unità
24° Nissan X-Trail 3.869 unità
25° Land Rover Range Rover Sport 3.731 unità
26° Jeep Cherokee 3.465 unità
27° Land Rover Discovery Sport 3.334 unità
28° BMW X1 3.118 unità
29° Hyundai Tucson 2.964 unità
30° Mazda CX-5 Mazda CX-5 2.826 unità
31° Skoda Yeti 2.653 unità
32° Mitsubishi ASX 2.651 unità
33° Porsche Macan 2.506 unità
34° Honda CR-V 2.385 unità
35° BMW X5 2.165 unità
36° Lexus NX 1.955 unità
37° Renault Kadjar 1.885 unità
38° Jeep Grand Cherokee 1.758 unità
39° Mercedes-Benz Classe M 1.609 unità
40° Mazda CX-3 1.255 unità
41° Porsche Cayenne 1.239 unità
42° Citroen C4 Aircross 1.048 unità
43° Hyundai Santa Fe 1.043 unità
44° BMW X6 1.013 unità
45° Subaru Forester 833 unità
46° Volkswagen Touareg 763 unità
47° Opel Antara 739 unità
48° Kia Sorento 721 unità
49° Land Rover Range Rover 674 unità
50° Ssangyong Korando 661 unità