Condividi

A sera inoltrata, dopo 1.600 chilometri tutti d’un fiato attraverso l’Italia, ti puoi finalmente godere il tuo premio: l’arrivo!

Alla Mille Miglia la soddisfazione per essere riusciti a compiere tutto il percorso vale più di qualsiasi piazzamento.

E’ stata una vera prova di forza che ha messo alla frustra macchina e persone e se sei giunto al traguardo è merito di un grande lavoro di squadra: tu, il copilota, il mezzo.

Posto che la fortuna aiuta sempre, non si finisce una Mille Miglia se lo spirito giusto non alberga nell’animo: tenacia, determinazione, qualche nozione di meccanica (se non ti segue il meccanico di fiducia con l’auto d’appoggio), indubbie qualità alla guida. Se tutte queste qualità già ci sono, allora si può cominciare a considerare anche il proprio rapporto con il cronometro. Se anche questo è di rispetto e stima, ci si può lanciare nella lotta per le posizioni di vertice. Ma significa essere campioni!

Al traguardo, tutti stanchi, sporchi, maleodoranti ma con un sorriso straordinario e tanta voglia di brindare. Nessuna corsa ti emoziona e ti coinvolge come la Mille Miglia.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.