Condividi

REPARTO GIOCATTOLI PRESO D’ASSALTO. LA MCLAREN P1 SAREBBE GIA’ QUASI TUTTA SOLD OUT. L’HYPER CAR IBRIDA DA OLTRE 900 CV E UN MILIONE DI EURO HA ESAURITO LE QUOTE ASSEGNATE A TUTTI I MERCATI, TRANNE QUELLO EUROPEO. IN ITALIA, FINO A QUESTO MOMENTO, NE E’ STATA VENDUTA UNA.

Secondo il magazine inglese Autocar la produzione della McLaren P1 (375 esemplari) è già praticamente tutta venduta.

I lotti di esemplari riservati a Stati Uniti, Medio Oriente e mercato dell’Asia Pacifico sarebbero stati esauriti. Mancherebbero, invece alcune unità riservate al Mercato europeo.

Nell’area americana, in particolare, le vendite avrebbero subito un’improvvisa e inaspettata accelerazione all’indomani della straordinaria cifra di aggiudicazione raggiunta da una McLaren F1 (il telaio 066, la 54esima costruita, da sempre residente in Texas) a un’asta organizzata da Gooding & Co. organizzata a Pebble Beach: 8.470.000 dollari (6,4 milioni di euro), la più alta mai raggiunta da quest’auto.

McLaren, però, non vorrebbe cercare di raggiungere il “tutto esaurito” a qualsiasi costo spostando l’allocazione di esemplari da un mercato a un altro.

Il costruttore inglese vorrebbe mantenere i progetti di vendita secondo le quote assegnate con l’obbiettivo di preservare l’esclusività della hyper-car McLaren.

Oltre l’80% degli acquirenti della McLaren P1, riferisce il magazine, hanno optato per una consistente personalizzazione del proprio esemplare con l’aiuto della divisione McLaren Special Operations.

IN ITALIA? 1 ESEMPLARE

Da recenti informazioni avute con la forza di vendita di McLaren in Italia (nel nostro Paese le sportive britanniche sono importate ufficialmente attraverso il Gruppo Fassina) 0-100.it ha scoperto che un esemplare è stato venduto nel Nord Italia a un giovane collezionista e gentleman driver.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.