Condividi

SI TORNA AI BOX. NISSAN FA UN PASSO INDIETRO E RITORNA “A TEMPO INDETERMINATO” IN ASSETTO DI “TEST” CON LA GT-R LM NISMO. IL NUMERO UNO DELLA DIVISIONE SPORTIVA SOTTOLINEA CHE QUESTO NON E’ UN RITIRO E CHE, RISOLTI, I PROBLEMI, LA VETTURA TORNERA’ NEL CAMPIONATO ENDURANCE (SPERIAMO!).

Con una decisione che era nell’aria già da qualche settimana (e che avrebbe tranquillamente potuto essere presa dopo il fiasco della 24 Ore di Le Mans) la Nissan ha ufficialmente deciso di ritirare “temporaneamente” la Nissan GT-R LM Nismo dalla categoria LMP1 del World Endurance Championship per la soluzione dei problemi che attualmente non permettono la partecipazione a livelli di competitività adeguati.

La classe regina del massimo campionato per vetture “a ruote coperte” perde così un importante competitor. Invero molto in difficoltà come visto all’ultima edizione della Classica francese: due auto ritirate e una terza giunta al traguardo ma fuori classifica per aver trascorso oltre 1/3 di gara ai box.

Sappiamo che tifosi e appassionati di Nissan saranno amareggiati ma stiano certi: nessuno, in questo momento, lo è più di noi!“. Sono le parole di Shoichi Miyatani, presidente di Nismo. “Siamo un team sportivo e vogliamo correre ma vogliamo innanzitutto essere competitivi. Ecco perché abbiamo deciso di continuare il nostro programma di test e preparare la Nissan GT-R LM Nismo per il livello di competitività che caratterizza il WEC. Quando porti innovazione, non abbandoni al primo problema. Siamo al lavoro per risolvere i nostri problemi“.

L’azienda riferisce che la Nissan GT-R LM Nismo sarà impegnata in test soprattutto (ma non esclusivamente) negli Stati Uniti. Secondo lo sviluppo e i risultati del programma, verrà presa una decisione circa la data ufficiale del ritorno nel campionato Endurance”.

Condividi
Alvise-Marco Seno
Esperto di Marketing, Comunicazione e storia dell'automobile, giornalista/fotografo freelance, da sempre coltiva la passione per le auto sportive e d'epoca, l'orologeria meccanica e la fotografia. Dopo la laurea in Scienze Economiche si è trasferito a Milano. Oggi lavora nel settore dell'Automotive e collabora con riviste nazionali e internazionali (sia carta, sia web) nel settore automobilistico, lusso, e orologi.