Condividi

OFFERTE GRANDI COME IL TEXAS. A FORT WORTH (TX) 64 AUTO DA COLLEZIONE TOTALIZZANO OLTRE 21 MILIONI DI DOLLARI.

RM Auctions ha piazzato una straordinaria vendita all’incanto di auto da collezione lo scorso weekend a Fort Worth, nel Texas. La collezione di Don Davis, un immobiliarista texano di grande fama nello Stato e titolare di numerosi concessionari a Fort Worth, è stata presa d’assalto da collezionisti di ben 14 Paesi.

Il miliardario texano ha così spiegato le ragioni della vendita: “voglio ridurre la mia collezione. Mantenere tutte queste auto mi sta costando una fortuna! Un numero di auto compreso tra 20 e 25 è decisamente molto più ragionevole!”.

LE TOP 5 SOPRA IL MILIONE DI DOLLARI
Il prezzo più alto è stato pagato per una Ferrari 330 GTS, venduta a 1.936.000 Dollari (1.471.000 Euro), il prezzo più alto mai pagato per questo modello in un’asta.

La seconda posizione di classifica va a una rara Ferrari 365 GTS/4 Daytona Spider, passata di mano per 1.650.000 dollari (1.254.000 Euro).

Il terzo posto va a una Mercedes 300 SL Gullwing. Le Ali di Gabbiano più famose del mondo dell’auto sono andate 1.237.500 dollari (940.500 Euro).

Quarta cifra più alta (record per questo modello e, probabilmente, si è trattato della cifra più sconcertante) va a una Toyota 2000 GT, per la quale il nuovo proprietario è riuscito a pagare 1.155.000 dollari (877.000 Euro).

Una AC Shelby Cobra 289 del ’65, infine, è stata venduta a 1.001.000 dollari, 761.000 euro (un esemplare analogo ha spuntato 935.000 dollari pari a 710.000 euro)

GLI ALTRI LOTTI
Altre cifre di assoluto rilievo sono i 770.000 dollari (585.000 Euro) pagati per una Porsche 959 e i 550.000 (418.000 Euro) pagati, rispettivamente, per una Rolls-Royce Silver Cloud III Mulliner Park Ward Drophead Coupe e per una Lamborghini 350 GT.

Ma anche i 506.000 dollari (384.000 euro) pagati per una Porsche 911 Carrera RS 2.7, 935.000 dollari (710.000 euro) sborsati per una Mercedes 300 SL Roadster.

Rientrano, infine, nella normalità i 291.000 dollari (221.000 euro) raggiunti da una Porsche 356 A Speedster 1600 del ’58.